Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Cermenati

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero n.7
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1280
quota vetta/quota massima (m): 2177
dislivello salita totale (m): 897

copertura rete mobile
wind : 40% di copertura
vodafone : 35% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 01/02/10

località partenza: Piani Resinelli (Abbadia Lariana , LC )

punti appoggio: Rifugio Porta, Bivacco Ferrario in cima

accesso:
Da Lecco si prosegue seguendo indicazioni per la Valsassina, quindi a Ballabio si devia a sinistra per Piani Resinelli. Raggiunta la località turistica si parcheggia nell'enorme piazzale dove hanno inizio i sentieri.

note tecniche:
Il sentiero o cresta Cermenati è la via classica di salita alla Grigna Meriodionale, percorribile generalmente anche in inverno con poca neve (è bene avere al seguito ramponi ed eventualmente anche la piccozza). Da evitare in caso di abbondante innevamento.

descrizione itinerario:
Da Piani Resinelli si sale lungo la strada asfaltata che conduce al Rifugio Porta e alle baite sparse nel bosco (strada privata, divieto di accesso). Dal rifugio si prosegue seguendo l'evidente sentiero che attraversa il bosco di faggi, per portarsi all'inizio del costone erboso della Cresta Cermenati. Il sentiero sale subito molto ripidamente senza possibilità di errore sino ad uno spallone, dove si ignora a destra il sentiero che traversa il canalone e porta verso la Cresta Sinigaglia, e si continua sul costone, aggirando a destra comodamente una fascia rocciosa. Si perviene ad un colletto dove ha origine il canalone sud, quindi con una serie di tornanti si arriva all'inizio della parte più ripida dello stesso, che si affronta al centro (attenzione a non smuovere pietrame), sino a raggiungere il colletto dove arriva anche la via Cecilia. Da qui proseguendo a destra si supera una breve fascia rocciosa facilitata da catene (utili con neve o ghiaccio) e arriva sulla piatta anticima, quindi si scende di pochi metri sino alla cima con croce e bivacco Ferrario.