Bonda Grande (o Rusca Randa) da Gattinara

sentiero tipo,n°,segnavia: 2,1
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 263
quota vetta/quota massima (m): 553
dislivello salita totale (m): 450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: giuliano
ultima revisione: 29/12/17

località partenza: Gattinara (Gattinara , VC )

punti appoggio: rifugio Alpini di Lozzolo, rifugio Alpini di Gattinara

bibliografia: C. Martiner Testa

accesso:
Da Romagnano Sesia si prende la provinciale per Gattinara. Una volta entrati nel territorio di quest'ultimo comune, si individua a dx Via Ponchielli, che si percorre per pochi minuti fino a una casa isolata dove c'è il segnale di circolazione vietata ai non autorizzati. Si parcheggia in un piccolo slargo (posto per un paio di auto).

note tecniche:
Passeggiata collinare su sterrate e tratturi che offre eccellenti scorci panoramici su un'ampia cerchia di montagne. Interessante dal punto di vista storico la visita alle rovine del Castello di San Lorenzo, edificato nel 1187.

descrizione itinerario:
Si prosegue diritti sullo sterrato seguendo le indicazioni per poi, a un bivio, andare a dx in salita (cartello). La pista sale tra i vigneti e raggiunge la Chiesa di San Grato per poi proseguire come sentiero nel bosco.
Ad un bivio si va a sx in salita per poi proseguire fino a quando, nei pressi di un tornante, a dx si stacca in salita la stradina che porta alle rovine del Castello di San Lorenzo, da cui si ammira un esteso panorama.
Ridiscesi al tornante si prosegue a dx fino a un bivio nei cui pressi si trova la maestosa quercia chiamata Ruvla del Burnalot (cartello), dove si va a dx. Pochi minuti in discesa portano a un ulteriore incrocio ove si va ancora a dx seguendo le indicazioni CAI. Si percorre la dorsale boscosa passando dalla Pietra Romanasca (brevissima deviazione a dx per la cima), dalla Cima Scalvai e dalla Bonda Grande (o Rusca Randa, m.553), sulla cui "cima" vi è una casetta di legno.
A questo punto conviene proseguire brevemente in discesa a raggiungere il Rifugio Alpini di Lozzolo e la Cappella della Madonna del Grappa dove si può finalmente tornare ad ammirare il panorama, Si torna sui propri passi fino alla Ruvla del Burnalot per scendere a dx su una comoda stradina che si snoda tra i vigneti (eccellenti scorci panoramici), si va a sx a un bivio e ci sporta nei pressi dell'evidente Torre delle Castelle che si raggiunge con una breve deviazione. Dal piazzale antistante la costruzione, ove sorgono la Chiesa della Madonna della Neve e un ristoro degli Alpini di Gattinara, si gode di una vista strepitosa sulla pianura e sulle montagne valsesiane.
Tornati sulla stradina, la si segue in discesa fino a quando, oramai in paese, si segue a sx via Monte Bianco e subito dopo, sempre a sx, via Cervino, che ci riporta esattamente dove abbiamo lasciato l'auto. Tempo complessivo indicativo: 3 h 30'