Valmiana (Punta di) traversata creste N-SE

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1670
quota vetta (m): 3244
dislivello complessivo (m): 1600

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Enzo51
ultima revisione: 06/10/17

località partenza: Valnontey (Cogne , AO )

punti appoggio: Nessuno

cartografia: IGC 1:25.000 Gran Paradiso Grivola Cogne n.101

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia Gran Paradiso

accesso:
Da Aosta proseguendo per Courmayer al bivio a sx per Aymavilles Cogne, uscire. Risalire tutta la Val di Cogne fino al capoluogo. Centro paese dei cartelli a dx indicano la strada per la Valnontey. Frazione da dove si parte per l'escursione a piedi.

note tecniche:
Salita di stampo classico con lungo approccio all'attacco della cresta di media difficolta'. Roccia di dubbia qualita'. Un rientro complesso su terreni privi di sentiero nella parte alta in entrambi i valloni che si utilizzano per il giro ad anello, data l'estensione della cresta di oltre 1km e mezzo di lunghezza per due di sviluppo. Un tragitto che rispecchia in grandi linee uno stile di fare montagne caduto ormai in disuso, in considerazione del fatto ,poiche vengono a mancare alcuni dei presupposti tipo, il piacere di un arrampicata di soddisfazione su roccia solida, per contro tutti i disagi che comporta l'andare in quota (fatica innanzitutto), terreni insidiosi tipo pietraie di enormi estensioni da risalire e scendere. Elevata componente di rischio negli attravaversamenti di cresta con roccia precaria, esposizione costante spostamenti particolarmente lunghi. Sufficienti motivi per scoraggiare i piu' ad intraprendere un cammino come era di uso un tempo, e che ha fatto ormai il suo tempo. Sempre attuale e tale resta l'idea per un alpinismo classico di matrice romantica orientato tutt'ora come allora alla ricerca di luoghi inesplorati. Una gita senza ombra di dubbio di eslusivo interesse ammatoriale.

descrizione itinerario:
Da Valnontey un km a monte dell'abitato seguendo lo sterrato del fondovalle, una palina gialla sulla sx, porta la scritta per il Pian della Tournetta. Seguirla, il sentiero da subito sale ripido con numerose svolte. In circa un ora si accede al pianoretto dov'e' sita la baita a cui e' stato dato il nome di Alpe Grandzetta (2140m). Continuando per sentiero sempre ben battutto si giunge al Pian della Tournetta prima citato, sempre in traverso verso destra. A questo punto lo si abbandona per puntare su dritto in direzione del Col Grandzetta risalendo per un immensa pietraia fino all canale che da accesso al colle, stretto e ripido nell'ultimo tratto, dove richiede l'appoggio delle mani.
La cresta sulla dx da subito appare difficile specie sul filo che comunque si evita salendo di poco alla su sx, per placche canalini e spigoli vari da aggirare (alcuni passi di III, altrimenti II II+), roccia nel complesso buona in questa fase iniziale. Non sara piu' cosi per per tutto il resto del tragitto, la parte centrale cosi come quella finale dove ogni pietra muove. Una serie di salti di roccie accatastate, caratterizzano la cresta in questa seconda fase che precede l'arrivo sull'anticima innominata di Valeille (3204m).
Un salto verticale consiglia l'uscita sulla dx per riguadagnare la cresta tramite uno spigolo netto e liscio di buona roccia (un passo di III). In breve e facilmente si perviene poco dopo su quest'anticima pocanzi citata. Si disarrampica (con possibilita' eventualmente di attrezzare qualche breve doppia), il filo di cresta affilato e verticale fino all'intaglio che separa quest'ultima dalla Punta di Valmiana vera e propria. Con facile arrampicata brevemente si risale la cresta all'opposto fino al punto culminante (3244m). Ora l'orientamento continuando la traversata e' in direzione sud est. Per ancora 500m ca il percorso e' delicato seppur non difficile e sempre in costante esposizione. Le difficolta' a un certo punto terminano l'attimo prima di raggiungere la quota (3215m), quota dalla quale la cresta piega decisamente a sud fino a scendere su terreno detritico al Colle di Valmiana dove la traversta in questo caso integrale da nord a sud della montagna ha termine.
Per la discesa a questo punto in anello comunque sia, esistono piuì possibilita',ssuna facile, riferito alla natura impervia dei terreni completamente privi di sentiero, cosparsi da estese pietraie non sempre di facile attraversamento. Questi si reperiscono solo una qualvolta si e' scesi di parecchio da ambo i versanti sia est che ovest (da noi utilizzato per salire e scendere a traversata compiuta), comba di Grandzetta in salita di Vallettaz in discesa. Per scendere a Valmiana da quest'ultima, tenersi tutto alla dx, fino all'alpe della Vallettaz, (un rudere attualmente) dalla quale si intraprende a scendere un canale erboso alla sua dx, dove un tempo si presume esistesse un sentiero o quanto meno una traccia, che consentiva l'accesso a questo alpeggio da Valmiana. Non vi e' piu' traccia alcuna attualmente e la discesa dal canale richiede molta attenzione per erba scivolosa e l'uso delle mani dove questi si restringe in piu' punti a formare brevi saltini rocciosi. Altra soluzione e' tenersi tutto alla sx della comba scendendo, fino a scollinare sulla sx in traverso ad una quota di ca (2100m), a reperire il sentiero che scende dal Money. In entrambi i casi disagevoli comunque i rientri, a causa la natura selvaggia dei terreni e le distanze kilometriche specie si decidesse per questa seconda soluzione che verrebbe a coprire notevoli distanze, venendosi a trovare di parecchio interni alla valle e dovendola ridiscendere a ritroso con ampio giro ad anello di tutto rispetto. Calcolare dalle 13 alle 15 ore per tutto il giro completo).

altre annotazioni:
Prima salita della cresta nord, G. V. Amoretti D.dI Vestea, E. Piantanida 16 agosto 1934
Prima salita della cresta sud est G.Bobba e L. Gadin con E. Jeantet il 16 agosto 1893

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Valmiana (Punta di) traversata creste N-SE - (0 km)
Sant'Andrea (Torre di) da Valnontey per il ghiacciaio di Money e il canale Ovest del colletto fra le due cime - (0 km)
Tribolazione (Testa della) Traversata dal Colle di Gran Crou per la Testa del Gran Crou e la Testa di Valnontey - (0 km)
Roccia Viva Crestone ONO o cresta SO - (0 km)
Gran Sertz o Gran Serra da Valnontey per il Rifugio Sella - (0.1 km)
Montandayné (Becca di) Via Normale da Valnontey - (0.1 km)
Herbetet Cresta Est - (0.1 km)
Ape (Colle dell') da Valnontey - (0.1 km)
Gay (Becca di) Parete Nord - Scivolo centrale - (0.1 km)
Ceresole (Punta di) da Valnontey e il colle di Chamonin, il versante sud e la cresta Est - (0.1 km)
Nera della Grivola (Punta) dal Valnontey per il Colle della Nera - (0.1 km)
Ceresole (Punta di) Versante N - (0.1 km)
Nera della Grivola e Rossa della Grivola (Punte) Traversata da Valnontey - (0.1 km)
Grivola (La) Via Normale parete SE cresta ENE dal Rifugio Vittorio Sella - (0.1 km)
Bianca della Grivola (Punta) - Punta Nera della Grivola da Valnontey per il Colle della Nera - (0.1 km)
Gran Paradiso Traversata Herbetet Gran Paradiso - (0.1 km)
Gran Paradiso Parete Est - (0.1 km)
Patrì (Punte Sud e Nord) traversata delle due cime - (0.1 km)
Patrì (Punta Sud) Parete Nord-Ovest - (0.1 km)
Tribolazione (Testa della) Cresta OSO dal Colle della Luna - (0.1 km)
Valletta (Punta, cime Nord e Sud) traversata di Cresta dal Colle di Valmiana al Colle Vallettaz - (0.1 km)
Levionaz (Punta di) da Valnontey per la cresta NNE - (0.1 km)
Gran Paradiso da Valnontey per il Passo Vaccarone - (0.1 km)
Sant'Orso (Torre di) Via Normale da Valnontey - (0.1 km)
Patrì (Punta Sud) da Valnontey - (0.1 km)