Città di Varese (Bivacco) dal Lago dei Cavalli

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1500
quota vetta/quota massima (m): 2650
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Franco1457
ultima revisione: 29/07/17

località partenza: Lago dei Cavalli (Antrona Schieranco , VB )

punti appoggio: Rifugio Andolla

accesso:
Autostrada A26 in direzione Sempione, uscita Villadossola. Seguire le indicazioni per la Valle Antrona, risalire la valle dino a Cheggio (strada stretta) e parcheggiare nei pressi della diga del Lago dei Cavalli

note tecniche:
Si tratta di un'escursione molto semplice ma di grande soddisfazione per lo splendido paesaggio che si può ammirare lungo tutto il percorso. L'escursione è abbastanza lunga (18,5 km) ed è da considerare EE solo nell'ultimissimo tratto su pietraia e con una catena (passaggio molto facile) prima del bivacco.
Il bivacco di colore rosso è una tipica costruzione Barcellan in grado di ospitare 9 versone. Per l'acqua è necessario fornirsi dai ruscelli di fusione trovati in salita. Saldamente ancorato alla roccia con funi metalliche fu costruito nel 1974 ed inaugurato il 15 settembre dello stesso anno. Di proprietà del CAI di Varese è dato in gestione al la sezione del CAI di Villadossola che ne cura la manutenzione ordinaria.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si attraversa la diga. Il sentiero, ben chiaro e segnalato, parte a mezza costa, dapprima costeggiando il lago e dopo aver attraversato il torrente Loranco sul ponte del Gabbio sale dolcemente lungo lariceti, amene praterie e bellissimi torrenti. Si arriva all'Alpe Piana Ronchelli (m. 1578) e si sale raggiungendo un bivio a quota m. 1715, dove si devia a destra su ripido sentiero che porta ad una terrazza erbosa dove si vede il rifugio Andolla. Si prosegue a sinistra sul sentiero e dopo un lungo traverso fra i blocchi si arriva al poggio dove è situato il rifugio (ore 2).
Da qui ci si innalza sul sentiero erboso fino a raggiungere una balza con ometto a 2220 m. Si continua verso Ovest a mezza costa passando due ruscelli e poi si passa dalla baita dell'Alpe Corone a m. 2360.
Si sale nella stessa direzione e si attraversa diversi canali e ruscelli che scendono dalle pendici meridionali del Pizzo d'Andolla e si piega senza perdere quota verso SW in direzione del visibile bivacco. Si attraversa un canale tenedosi alti sotto il fianco Nord dello sperone Est del Pizzo di Loranco, e per massi e roccette si giunge al bivacco, con un ultimo tratto attrezzato (4 ore).