Lobbie (Gran Torrione Sud delle) da Castello per il Colletto delle Lobbie

difficoltà: AD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1585
quota vetta (m): 2972
dislivello complessivo (m): 1400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: m.gulliver
ultima revisione: 10/10/14

località partenza: Castello (Pontechianale , CN )

punti appoggio: Rif. Allevè, Rif. Bagnour

cartografia: IGC n. 106 1:25000 Monviso Sampeyre Bobbio Pellice

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia Monte Viso

note tecniche:
E’ un grande torrione isolato che si stacca verso Sud dalla cresta SO della Cima delle Lobbie. Possibile concatenamento con la Cima delle Lobbie raggiungibile in circa mezz’ora. L’avvicinamento, abbandonato il sentiero del vallone dei Duc, è scomodo e faticoso per la natura del terreno (pietraie e assenza di sentiero). Arrampicata molto breve (ma intensa) in rapporto all’avvicinamento (50-60 m). Ambiente molto selvaggio e per nulla frequentato.
La salita è quotata AD sulla guida dei Monti d'Italia. Corda da 50 m per le doppie.

descrizione itinerario:
dal park prima di Castello raggiungere il rif. Bagnour quindi proseguire nel vallone dei Duc.
A metà vallone, quando il sentiero sale in dx orografica, abbandonarlo per puntare verso dx in direzione del colletto delle Lobbie, raggiungibile dopo aver attraversato un’immonda pietraia e risalito un ripido pendio (solo tracce di passaggio di ungulati).
Dal colletto proseguire in leggera salita verso E attraversando la ripida pietraia alla base della cresta SO della cima delle Lobbie. Si giunge così finalmente in vista del versante sud delle Lobbie dove spicca il gran Torrione Sud e se raggiunge l’evidente colletto a monte.
La salita si svolge sul versante NO.
Dal colletto scendere qualche metro verso dx (faccia alla parete) in direzione di un gradino orizzontale, formato da una lastra di alcuni metri, sul quale termina una fessura obliqua verso dx. Ancora a dx di questa si trova una seconda fessura con ottimi appigli che si risale per una decina di metri (II/II+).
Proseguire verso dx lungo una successione di gradini, essi portano ad una spaccatura obliqua che attraversa a sx tutta la parete, fino allo spigolo che cade sulla verticale del colletto.
Seguire la spaccatura che forma una comoda cengia fin quasi al suo termine, quindi elevarsi verso sx in una fessura prima stretta, poi più larga e quasi verticale, ma ben appigliata (III).
Quasi al suo termine uscire a dx, aggirare in piano su placche la parte terminale del torrione e, con un largo camino di massi accatastati che sale verso sx, raggiungere in breve la vetta.

Discesa:
ridisceso il camino di blocchi scendere ancora qualche metro verso sx (faccia a valle), fin dove la parete diventa decisamente ripida. Una doppia di 25 m su cordone permette di atterrare sulla cengia obliqua. Scendere qualche metro disarrampicando verso dx fino ad cordone che consente, con una doppia di una dozzina di metri, di vincere lo zoccolo basale e raggiungere la base poco più in basso del punto di attacco.
Seguire a ritroso il percorso dell'andata per tornare a Castello.
Traversata verso la cima delle Lobbie: dal colletto del torrione risalire a sx (faccia a monte) un ripido canale di terra e ciottoli che sale verso dx e consente di portarsi alla base dei contrafforti meridionali della cima SO. Proseguire prima verso dx quindi, alla base della cresta, piegare a sx e risalire un evidente diedro camino (II/II+) che conduce ai blocchi che costituiscono la cima SO (piccola croce in legno).
Da questa proseguire verso NE e scendere al colletto fra le due cime. Il salto finale si aggira sul versante NO (Duc) scendendo alcuni metri, risalendo una cengia e quindi imboccando sulla dx un camino che conduce direttamente alla vetta NE o principale (grande croce metallica). Da questa si scende seguendo la via normale.