Mulo (Passo del) alle sorgenti del piave per i laghi d'olbe

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero segnato. segnavia 138,135,129
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1457
quota vetta/quota massima (m): 2356
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: coach66
ultima revisione: 30/09/14

località partenza: Baita rododendro (Sappada , BL )

punti appoggio: baita rododendro ; rif. 2000 ; rif. sorgenti del piave

cartografia: tabacco 1:25000, foglio 01

accesso:
Arrivando da Belluno su ss51 e 51bis fino a Lozzo di Cadore,poi ss 52 per Santo Stefano di Cadore, Sappada, Cima Sappada dove si svolta a snx su sp 22 fino alla baita Rododendro (3,5 km da Cima Sappada) dove c'è ampia possibilità di parcheggio.

note tecniche:
Segnaletica appena sufficiente, probabilmente scarsa in caso di visibilità ridotta. Comunque l'itinerario è quasi sempre di facile individuazione.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si attraversa il ponticello sul fiume Piave seguendo il segnavia 138, su sentiero che risale la valle del Rio della Miniera;si cammina tra le pendici del m. Lastroni e del m. delle Caverne, scarsi quindi gli scorci di paesaggio.La visuale si apre dopo aver superato una selletta intorno a quota 2000 mt, dove si va ad incontrare una sterrata che sale a casera D'Olbe, che si supera, andando a raggiungere il primo dei laghetti d'Olbe(ca. 2 ore dalla partenza).Da qui è visibile,verso N, l'intaglio di passo del Mulo (m.2356) tra la cresta del Righele e il m. Lastroni.
In ca. 30' dal lago si raggiunge il passo, traversando la testata della val d'Olbe(segnavia 135).
Si scende sul versante opposto,per tracce su ghiaione ripido e sdrucciolevole,particolarmente nella parte alta. Giunti a sella Franza si prende il sentiero 129 in direzione E, tenendo sulla destra le pendici del M. Lastroni. Guardando avanti il M.Peralba troneggia sull'alta val Sesis. Senza cambiare percorso, in ca. 2,30 ore dal passo del Mulo,si raggiunge la sp 22 e,a dx in salita, il rifugio Sorgenti del Piave(mt 1830). Si ritorna al punto di partenza scendendo lungo la strada asfaltata o il "sentiero naturalistico" che la affianca.Un ora per scendere, in totale circa 6 ore di cammino

altre annotazioni:
Nei pressi del Passo del Mulo rimangono tracce di postazioni e trincee della Grande Guerra.
Suggestivo soffermarsi dove nasce il Piave, uno dei fiumi italiani più legati alla storia del paese.