Longerin o della Ferrera (Cima Sud) da La Siega

Longerin o della Ferrera (Cima Sud) da La Siega

Dettagli
Dislivello (m)
1250
Quota partenza (m)
1350
Quota vetta/quota (m)
2523
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentieri nr 169-195-165

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. f.lla Zovo - bivacco Vissada

Avvicinamento
Da S. Stefano di Cadore per Campolongo. Girare a sx per S. Pietro, Costalta. Attraversato il paese su strada molto stretta, proseguire per circa km 2 fino alla località La Siega. Si può proseguire ancora per circa 2 km fino al rifugio Monte Zovo (limitate possibilità di parcheggio).
Descrizione

Dalla località La Siega, comodo parcheggio, area picnic, si risale la ripida strada asfaltata per circa 30′ fino a raggiungere il bel rifugio Forcella Zovo (ristoro, camere). Il sentiero parte pochi metri dopo sulla sx e si inoltra nel bosco sopra la strada che scende in Val Visdende. Con pendenza più accentuata entra nella Val Vissada, attraversa il torrente e inizia a salire tra i vasti pascoli della valle racchiusi tra il MOnte San Daniele a sx e il Monte Schiaron a ds. In mezzo alla valle si nota il bivacco Vissada. Raggiunto un trivio, si sale alla cresta erbosa e lasciando a ds il sentiero per il MOnte Schiaron ci si porta verso la sella di Forcella Longerin mt 2044. Il sentiero che sale verso le Crode di Longerin è segnato ma non è molto evidente nell’erba, comunque basta puntare al pendio che scende ripido dalla Cima Sud e lo si rintraccia. Si sale ripidamente verso le pareti rocciose, si lascia a ds il sentiero per il Passo Palombino e si entra nello spettacolare anfiteatro delle Crode di Longerin, con numerose guglie e gugliette. Il sentiero si innalza sempre più ripido tra gli ultimi prati e le ghiaie fino a una forcelletta erbosa dove si porta decisamente a sx e per le ultime, ripide balze ghiaiose arriva alla cima Sud di Longerin mt 2523 (croce, libro di vetta).
Per la discesa, è possibile una variante non segnata, una piccola traccia che passando sotto le pareti rocciose cala direttamente verso la sella del Monte Daniele. Altrimenti si torna per il sentiero di salita fino a Forcella Longerin e con il sentiero 169 si traversa alla sella. Ora si scende per un ghiaione con qualche franetta, ma ben percorribile fino a giungere al bosco dove purtroppo si trova un tratto con schianti dove si perde un po’ di tempo per uscirne. Ripreso poi il sentiero, si trova in breve una stradetta che riporta alla strada a circa 500 metri dalla località Siega.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta Tabacco nr 01 - Sappada - S.Stefano
lancillotto
04/08/2019
1 anno fa
Link copiato