Tsa (Tour de la) Parete SE

difficoltà: AD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1696
quota vetta (m): 3058
dislivello complessivo (m): 1362

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: luigi e maurice
ultima revisione: 15/06/14

località partenza: Ruz di Bionaz (Bionaz , AO )

bibliografia: Guida dei monti d'Italia di Gino Buscaini; Alpi Pennine Volume 1; pag. 431 itinerario n°348 c

accesso:
Accesso alternativo rispetto alla relazione Buscaini, passando per l'alpe Berrier, seguendo il sentiero n°3 per poi spostarsi a sinistra e risalire su pietraie ed erba in direzione dell'evidente parete.

note tecniche:
La via sale su roccia buona soprattutto nella seconda parte. Pur seguendo fedelmente la relazione la ricerca dell'itinerario migliore non è immediata. La relazione originale indica difficoltà di IV con un passaggio di V.

descrizione itinerario:
Salire il cono erboso posto circa 40 metri a sinistra dell’evidente canalone presente nella parte destra della parete. Seguire la fessura presente sulla destra del terrazzino erboso alla base della parete. Da qui la via prosegue inizialmente su fessura per poi obliquare leggermente a sinistra su lame, ritorna poi verso destra fino a giungere sul terrazzo erboso che divide la parte bassa e alta della parete.
Portarsi all'estrema destra del terrazzo e riprendere la roccia. Salire sullo spigolo per poi abbandonarlo e spostarsi ulteriormente a destra dopo pochi metri. Risalire il canale in cui ci si ritrova per circa 20 metri e superare un breve diedro alla sua sinistra che porta sulla cresta.
Da qui proseguire sul filo, inizialmente su placche per poi continuare sulla cresta che si fa più aerea e divertente. Presenti due piccoli spuntoni da ridiscendere, comodamente fattibile in arrampicata senza bisogno di doppie. Quando la cresta si perde nella parete, continuare su di essa leggermente verso sinistra. Da qui si giunge sulla cresta sommitale a pochi metri dalla cima.
Discesa per la cresta che dalla cima scende verso il Col de la Tsa (in direzione del Monte Cervo), poi scendere sulla sua sinistra (possibile nevaio).

altre annotazioni:
Via aperta da Gino e Silvia Buscaini, il 13 luglio 1970.