Deiro Nero da Sparone

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 545
quota vetta/quota massima (m): 1414
dislivello salita totale (m): 880

copertura rete mobile
vodafone : 90% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 29/12/10

località partenza: Sparone (Sparone , TO )

cartografia: MU Edizioni - Carta della Valle Soana

note tecniche:
Il Deiro Nero è la più alta sommità del dirupato costone divisorio dei valloni Ribordone-Fracchiamo. Il nome significa parete di roccia scura (nera) attribuita dagli abitanti di Sparone; e proprio da Sparone lungo la SS460 si può osservare bene il dirupato versante sud –ovest, mentre a nord est è ricoperto da fitta vegetazione.

descrizione itinerario:
Sulla strada di Pont per Sparone, senza attraversare il ponte sul Torrente Ribordone, andare verso borgata Peretti e dopo pochi metri a sinistra parcheggio per l’auto. Risalire l’abitato e prima delle ultime case, indicazione Frachiamo, inizia a destra la bella mulattiera che con alcune giravolte supera prima la pietraia e con un traverso ascensionale verso dx supera la barriera rocciosa e corre per un tratto parallela alla soprastante strada asfaltata fino al raggiungimento dell’insegna che ci fa risalire sulla strada asfaltata da seguire per circa un km poi, nuova indicazione, un tratto di sentiero che taglia un tornate, nuovamente su strada fino alla curva dell’ultimo tornante; dalla curva risalire una traccia nel bosco (20 metri circa) e si raggiunge una mulattiera che corre parallela sopra la strada e giunge a Frachiamo. Risalire la borgata, non seguire il sentiero a dx per l’Arbella, ma continuare in salita sulla mulattiera che corre fra un muretto in pietra a sx ed il torrente a dx, si supera la zona dell’acquedotto e si segue il fondovalle fino a quota 1200 circa, nei pressi del rio ed un serbatoio dell’acqua; attraversare il rio ed iniziare a salire il versante opposto, seguendo in salita, vaghe tracce di passaggio su terreno abbastanza sporco e faticoso per via della fitta boscaglia. La parte superiore è migliore, ora la traccia ora più evidente ed in breve si raggiunge la pianeggiante depressione di quota 1396 a monte del Deiro Nero. In pochi minuti si raggiunge la sommità.
Discesa per lo stesso itinerario.