Adolphe Rey (Pic) Gervasutti

L'itinerario

difficoltà: 6a+ / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 3300
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): -200

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: RobyF Damiano Ceresa
ultima revisione: 09/07/10

località partenza: Punta Helbronner (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Rifugio Torino

accesso:
L'avvicinamento è uguale per tutte le vie al Pic Adolphe.

note tecniche:
La via in questione si trova tra Police de glacier e Total Plook ed attacca in cima alla grossa terrazza che caratterizza la base della parete nel suo lato sx. Si sale appena a dx dell'evidente diedro, per una parete di blocchi, dopodichè la via continua in modo logico lungo una serie di diedri che piegano leggermente verso sx.
Molte fessure e diedri ben proteggibili; via fisica in cui è necessario tirare fessure ed incastrare.
I tiri sono da proteggere (alcuni chiodi in via): noi avevamo una serie fino al 3 con qualche misura intermedia doppia.
Tutte le soste sono a spit con anello di calata; possibilità di calate sulla via ma sconsigliate per rischio incastro.

descrizione itinerario:
1° tiro: dalla cengia di attacco dove si trova uno spit con anello salire dritti per fessure leggermente strapiombanti ed arrivare in un diedro chiodato al di sopra del quale, su un terrazzino, c'è la sosta a spit. (V, 30 m)
2° tiro: dalla sosta seguire la facile fessura verso destra per poi rientrare verso sinistra in un diedro e seguirlo trovando la sosta al di sopra di questo. (V, 30 m)
3° tiro: dalla sosta salire dritti per la facile fessura e poi verso sinistra nel diedro (passi non facili), seguirlo e al termine di questo si trova la sosta. (6a+, 30 m)
4° tiro: il tiro è evidente e segue la serie di fessure su gradoni, circa 35 metri e poi sosta. (6a, 35 m)
5° tiro: alcuni blocchi da tirare con cautela. Dalla sosta salire prima il diedro fessura e poi le fessure presenti fino ad arrivare in una zona più facile con blocchi impilati, da qui guardando la parete alzarsi prima verticalmente e poi verso sinistra (cercare le zone più facili) fino alla sosta su cengia. (V, 35m)
6° tiro: dalla sosta alcune metri verso destra fino ad un grosso blocco e poi su una fessura aggettante chiodata, da sopra la fessura proseguire verticalmente e sfruttando le line più semplici arrivare in sosta (V, 30 m)
7° tiro: dalla sosta seguire una serie di fessure/diedri che portano leggermente verso destra (chiodi visibili), al termine di questo diedro si arriva ad una cengia, proseguire lungo la cengia verso sinistra (sosta visibile).
8° tiro: salire la fessura sopra la sosta leggermente verso sinistra e incrociare la via (Police de Glacier, spit visibili), seguire la facile fessura orizzontale verso sinistra (traccia di vecchi cunei) e poi per rocce rotte rientrare verso destra (cengia). Possibilità di effettuare sosta su friends o proseguire alla fine della cengia per alcune metri fino alla sosta a spit di Police de glacier (attenzione agli attriti, tiro lungo e con molti cambi di direzione), (V, 45 m).

Comode doppie su Police che si trova per tutta la via alla sinistra della Gervasutti incrociandola solo sull'ultimo tiro.