Dufour (Punta) o Dufourspitze dalla Monterosa-hutte

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2795
quota vetta/quota massima (m): 4634
dislivello totale (m): 1850

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
altri : 80% di copertura

contributors: Igloo
ultima revisione: 25/05/09

località partenza: Monte Rosa Hutte (Zermatt , Visp )

punti appoggio: Monterosa-hutte

cartografia: 1:25000 Zermatt 1348

bibliografia: CAI-TCI: Monte Rosa; Scanavino: Scialp. in Svizzera

note tecniche:
Gita impegnativa, di soddisfazione, con tratto finale alpinistico da non sottovalutare. Attenzione in caso di scarsa visibilità.

descrizione itinerario:
I°giorno (se si parte da Zematt, la capanna è raggiungibile anche ad Cervinia, vedi itin. specifico): Dalla stazione di Rotenboden(trenino da Zermatt) a m.2815 scendere sul ghiacciaio a q. 2600 m ca. percorrendo l'itinerario estivo generalmente sgombro di neve con lungo traverso per 4 Km in direz. est. Dal ghiacciaio portarsi agevolmente con percorso segnalato da bandiere rosse in direzione sud sin sotto il Rifugio (sempre visibile da ogni punto) che si raggiunge con un ultimo tratto in salita (prestare attenzione alla possibilità di colate di neve bagnata se si giunge al tardo pomeriggio). Ore 2

II°giorno:Dal rifugio salire in direzione sud-est evitando di seguire eventuali tracce dirette alla Margherita e dopo avere rimontato un pendio più ripido si mette piede sul Gh. del Monte Rosa.
Con percorso abbastanza logico stare alla destra di una prima seraccata ed a sinistra della successiva sino a giungere, con pendii costanti, a q. 4000 metri. Piegare a destra abbandonando le tracce dirette alla Nordend sino a giungere all'evidente colle (Sattel m.4359), dove si abbandonano gli sci (ore 4-5) Da qui seguire la cresta dapprima nevosa (possibilità di ghiaccio) e larga interrotta da una piccola fascia rocciosa, quindi alpinistica.
Giungere ad un primo canalino aggirando un sasso sulla destra (salendo), quindi rimontarlo con facile arrampicata (corda in loco, event. utilizzare una fettuccia). La parte successiva va superata sempre sul filo (esposto in un paio di punti) sino a giungere all'ultimo risalto che si arrampica direttamente (corda sul posto) e quindi si è in vetta (croce) Ore 1,30-3 (tot.5,30-8).

Discesa: per lo stesso itinerario sino alla Monterosa-hutte; da qui si può tornare alla stazione di Rotenboden (controllare gli orari al rifugio) oppure scendere direttamente a Zermatt per il Gornergletscher, sulla sin. orografica prestando molta attenzione e prudenza al suo termine: qui potrebbe essere necessario l'utilizzo dei ramponi ed anche di una doppia a seconda delle condizioni. In presenza di neve nessun problema. Scendere quindi sino a Furi con o senza sci.