Registrati! Condividi le tue gite e i tuoi posti preferiti, scarica le tracce, trova degli amici e tanto altro

Breithorn
Via Normale dal Passo del Sempione

Breithornpass e Cima Centrale del Breithorn m. 3438 osservati dal Passo del Sempione (28-6-2008)

quota partenza (m): 1997
quota vetta (m): 3436
dislivello complessivo (m): 1439

difficoltà: F ::

esposizione prevalente: Ovest

località partenza: Passo del Sempione (Sempione, Briga)
punti appoggio: Ospizio del Sempione m. 1997

copertura della rete cellulare

  • vodafone : 60% di copertura
  • altri : 100% di copertura

Contributors: ste_6962
Ultima revisione: 31/1/2009


cartografia: CNS Simplon in scala 1:25000

note tecniche:
L'itinerario si svolge inizialmente su sentiero e pietraie, successivamente su ghiacciaio (Homattugletscher) normalmente poco crepacciato (comunque buona norma procedere legati in cordata) e con un tratto abbastanza ripido prima di raggiungere il Breithorn Pass.
Salita molto frequentata come scialpinistica in tarda primavera.

descrizione itinerario:
Dall'Ospizio del Sempione 1997 m si segue inizialmente la stradina che porta a Rotels, superate alcune casette in pietra la stradina sale verso sinistra, e la si segue sino ad un bivio con cartelli segnaletici. Dal bivio si segue il sentiero che sale sulla destra, rimontando dei pendii erbosi in direzione di un traliccio dell'alta tensione, passato il traliccio si deve puntare ad un grosso masso squadrato sotto lo sperone Nord-Ovest dell'Hubschorn a quota 2400 m circa.
Aggirato il masso a sinistra si scende lungo un pendio-canale detritico seguendo il sentierino segnato da numerosi ometti che porta alla morena dell'Homattugletscher.
Si sale ai bordi della morena, sulla destra seguendo sempre il ben visibile sentierino (badando solo di non avvicinarsi troppo alla parete NE dell'Hubschorn che può scaricare sassi) arrivando ad una conca detritica con dei grossi pietroni, sotto la scarpata rocciosa che sostiene il ghiacciaio (Homattugletscher). Dalla conca di pietrame, si sale verso destra seguendo ometti e segni di vernice che aiutano a scegliere il percorso più semplice per superare al meglio la scarpata rocciosa.
Superata la scarpata, si prosegue tra alcuni roccioni, tracce di sentiero, facili rocce levigate (sempre seguendo ometti e segnali) verso sinistra, tenendosi ancora sulle rocce e ai margini del ghiacciaio. Raggiunto l'Homattugletscher, lo si sale tenendosi preferibilmente sulla sinistra, avendo come riferimento la cresta rocciosa che scende dalla Cima Centrale del Breithorn.
Si salgono i facili pendii del ghiacciaio (a volte si incontra qualche crepaccio e si piega successivamente verso destra seguendo il pendio che gradualmente diventa più ripido fino a raggiungere la bella spianata nevosa del Breithorn Pass 3360 m. Dal Passo si può raggiungere per prima la Cima Nord del Breithorn salendo a sinistra per facili roccette e neve fino alla punta (10-15'dal Breithorn Pass).
Ritornati velocemente al Passo si prosegue sulla cresta Nord-Est che supera una gobba rocciosa, passa vicino ad un minuscolo ma bellissimo laghetto glaciale (sotto la Cima Centrale), poi diventa più ripida nell'ultimo tratto che porta in vetta, sormontata da una croce metallica.
In discesa si segue lo stesso itinerario fatto in salita.

Altri itinerari zona

chi ci e' stato

21/07/13 - giuliano

Gita sociale CAI Omegna a cui mi sono aggregato; una dozzina di partecipanti, tutti in vetta. Tempo di salita circa 4 h. Ottime condizioni sul percorso, da rimarcare soprattutto l'innevamento a quote insolitamente basse (in discesa siamo riusciti a sfruttare le lingue di neve fino a 2400 metri circa, evitando i faticosi sfasciumi). Tenuta della neve accettabile in salita, considerando anche le temperature relativamente elevate. Una gita CAI e una cordata sul Leone, altre 4 alpinisti sul Breithorn. Un saluto a tutti i partecipanti alla gita e un arrivederci alla prossima!

[visualizza gita completa]

26/06/11 - gianmario55

:: regolare
Escursione bella e molto panoramica in una giornata metereologicamente perfetta. Innevamento ancora abbondante ma con buon rigelo notturno, il che ci ha consentito di risalire su neve da quota 2600/2700 evitando i fastidiosi detriti. Ghiacciaio in condizioni perfette risalito facilmente e comodamente con i ramponi. Dal Colle in poi, causa l'esposizione, la neve aveva già leggermente "mollato", ma non ci sono stati problemi. Ritornati al Colle abbiamo poi salito anche la Cima Nord. La discesa, pur avendo la neve sul ghiacciato mollato decisamente, è stata veloce ed agevole. Con Michele.

[visualizza gita completa e altre foto]

29/06/08 - ste_6962

:: arrivati in auto fino all'Ospizio del Sempione
Dopo essere stato alcuni anni fa al Monte Leone, avevo voglia di ritornare da queste parti e salire amche il Breithorn del Sempione. Dopo aver pernottato all'ottimo Ospizio del Sempione, siamo partiti alle prime luci dell'alba, trovando una giornata veramente splendida, con cielo limpido, visibilità perfetta e nemmeno una nuvola all'orizzonte ! Saliamo lungo il sentiero che ci porta alla morena dell'Homattugletscher senza problemi di orientamento (poi io conosco bene il percorso da fare), superata la scarpata rocciosa mettiamo piede sul ghiacciaio, che troviamo in ottime condizioni e con pochissimi crepacci, con neve dura e a tratti ghiacciata. Con piacevole percorso su ghiacciaio arriviamo al Breithorn Pass, saliamo prima la Cima Centrale e poi anche la Cima Nord del Breithorn su terreno facile ed agevolmente percorribile. La temperatura è gradevole e riusciamo a goderci la vetta per oltre 1 ora sia per ammirare il vastissimo panorama che per redigere il mio solito ampio reportage fotografico. E' stata un scelta indovinata, davvero una bella salita che ci ha ampiamente ripagati. E non è stata nemmeno particolarmente lunga e/o faticosa. Se vi fermate un giorno al Sempione...fateci un pensierino sopra. Ho inserito alcune belle foto...per invogliarvi a salire anche quassù.
Ancora una piacevole ascensione fatta in compagnia di Luigi del CAI Ule di Genova Sestri Ponente e di Massimo del CAI di Savigliano, con il sottoscritto del CAI Ligure di Genova...è stata una piccola "intersezionale" tra amici. Una segnalazione infine per il confortevole e ottimo Ospizio del Sempione, dove il trattamento e l'accoglienza sono stati di ottimo livello.


[visualizza gita completa]