Vannetta (Becca) Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Col Collon

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2005
quota vetta (m): 3361
dislivello complessivo (m): 1356

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 28/04/09

località partenza: Diga Place Moulin (Bionaz , AO )

punti appoggio: Rifugio Prarayer 2005, Rifugio Nacamuli

cartografia: Valpelline IGC in scala 1 : 30000

bibliografia: Alpi Pennine vol. 2

accesso:
Da Aosta si prosegue per la Valpelline, superando Bionaz e arrivando al termine della vallata, dove si posteggia nei parcheggi prima della Diga di Place Moulin.
E' consigliabile, per chi volesse compiere la salita in giornata, l'utilizzo della mountain bike per percorrere i 5-6 km della stradina che costeggia la diga (vietata ai mezzi a motore).

note tecniche:
L'itinerario di salita si svolge su sentiero fino alla conca sottostante il Col Collon, poi si sale un facile ghiacciaio (in costante riduzione), proseguendo per un ripido pendio di neve o sfasciumi ed una rampa sospesa sopra dei salti rocciosi, fino al Col du Laurier Noir. La cresta Nord-Est che conduce in vetta è facile e percorribile senza problemi, tra neve e facili roccette. Sono utili piccozza e ramponi per salire il piccolo Ghiacciaio del Col Collon. E' un itinerario abbastanza lungo, dal rifugio alla cima calcolare ore 4,30 / 5,00.

descrizione itinerario:
Dalla Diga di Place Moulin si segue la stradina sterrata (chiusa al traffico) fino a raggiungere la bella conca erbosa dove è situato l'ottimo e confortevole Rifugio Prarayer m. 2005m (ore 1,00).
Dal Rifugio, si torna indietro per la stradina che porta alla Diga di Place Moulin per una decina di minuti, fino ad una grossa stalla, dove sulla destra si trova il cartelllo indicatore per il Rifugio Col Collon. Si segue il sentiero (con segnavia n. 8) che sale nel boschetto e prende quota, usciti dal bosco siamo all'inizio della Comba d'Oren. Si superano le Baite d'Oren e le Baite Garda. Si prosegue sul sentiero tra i rododendri puntando ad un ponte in legno.
Superato il ponte il sentiero riprende a salire sulla destra, supera una ripida pietraia con una serie di serpentine e raggiunge un ampio pianoro detritico nei pressi di un laghetto.
Qui il sentiero volge a destra e si avvia verso una ripida bastionata rocciosa, che si deve risalire con l'aiuto di catene e pioli metallici ancorati sulla roccia, fino ad un grosso ometto, ben visibile dal basso. Proseguendo nel pianoro, il sentiero si porta gradualmente a sinistra, verso i ben visibili Rifugi Col Collon e Nacamuli, risalendo una pietraia e alcune placconate portandosi nelle immediate vicinanze del Rifugio Col Collon.
Prima di raggiungere i 2 rifugi, si devia a destra seguendo le indicazioni (segni gialli e ometti) per il Col Collon. Salendo sulla sinistra nella pietraia si raggiunge una conca detritica o nevosa sottostante la bastionata rocciosa che porta al Col Collon 2990 m.
Nei pressi di un grosso ometto, si abbandona il sentiero che conduce al Col Collon e ci si porta verso destra (ometti) fino a raggiungere quello che resta del piccolo ghiacciaio del Col Collon. Si risale il piccolo ghiacciaio puntando verso un ripido pendio nevoso e/o di sfasciumi sottostante la quota 3373 m puntando ad una spalla nevosa.
Aggirate alcune rocce si punta verso il Col du Laurier Noir, raggiungibile salendo un ripido pendio nevoso e delle facili roccette terminali. Raggiunto il Col du Laurier Noir 3291 m, si prosegue per la facile cresta Nord-Est (ometti) su neve o detriti, superando l'anticima, si scende brevemente e poi si risale fino a raggiungere la ben visibile cima della Becca Vannetta, sormontata da un ometto di pietra, dove si trova il quaderno di vetta.

altre annotazioni:
Una salita ad una montagna poco nota (se non per lo sci alpinismo), ma interessante e consigliabile, sia per la facilità del percorso, la bellezza del paesaggio, del vastissimo panorama che nelle giornate di bel tempo è possibile ammirare dalla cima.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Vannetta (Becca) Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Col Collon - (0 km)
Pra de Dieu (Dome de) Versante Ovest alla Breche de Pra de Dieu e Cresta Sud - (0 km)
Lacs (Becca des) Traversata Creste SE e SO - (0.1 km)
Sella (Punta) ai Jumeaux Cresta SSO delle Grandes Murailles - (0.1 km)
Valpelline (Tète de) Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Aosta - (0.1 km)
Budden (Punta) da Place Moulin per il bivacco Paoluccio - (0.1 km)
Bouquetins (Dent de) - Cima Centrale da Place Moulin per Versante NE - (0.1 km)
Cian o Tzan (Punta) da Place Moulin peril Colle di Valcournera e la cresta N-NO - (0.1 km)
Herens (Dent d') Cresta Tiefmatten - (0.1 km)
Collon (Mont) Traversata cresta O - versante sud-est - (0.1 km)
Hérens (Dent d') spalla 4039 m Via Normale dalla Diga di Place Moulin - (0.1 km)
Oren est (Becca d') Cresta sud-est - (0.1 km)
Eveque (l') Cresta sud ovest - (0.1 km)
Eveque (l') Via Normale dalla Diga di Place Moulin - (0.1 km)
Herens (Dent d') Via Normale dal Rifugio Aosta - (0.1 km)
Blanche (Tète) Via Normale da Place Moulin per il Rifugio Aosta - (0.1 km)
Cian o Tsan (Dome de) Parete N dalla Valpelline - (0.1 km)
Chateau des Dames Versante Nord-Ovest - (0.1 km)
Gerlach (Punta) dalla Diga di Place Moulin - (0.2 km)
Budden (Colle) - Paolucci (Bivacco) da Place Moulin - (0.2 km)
Vannetta (Becca) Cresta Ovest - (0.2 km)
Oren Est (Becca d') dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli - (0.2 km)
Blanc du Creton (Mont ) dalla Diga di Place Moulin - (0.2 km)
Kurz (Punta) Parete N - (0.2 km)
Kurz (Punta) Parete Nord - Via Manera - Ricompensa 1962 - (0.3 km)