Capo d'Uomo Via Argento Argentario

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 70
sviluppo arrampicata (m): 110
dislivello avvicinamento (m): -100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: abo
ultima revisione: 18/02/19

località partenza: Vallone del Campone (Porto Santo Stefano, GR) (Monte Argentario , GR )

accesso:
Al porto di Santo Stefano alla prima rotonda a sx e salire nel vallone del Campone per 4 Km circa,
Ad una deviazione si va a sinistra (a dx indicazioni per "Poderi del Capo d'Uomo") e si percorre in piano circa 500 metri prima di arrivare ad uno scollinamento con vista mare.
Parcheggio a sinistra su sterrato, paline indicatrici per Capo d'Uomo.

Scendere a piedi sulla sterrata a destra, altro lato della strada, seguirla per circa 200 metri fino ad un curvone in forte salita.
Prima del curvone prendere un sentiero a sx (recinzione da scavalcare), che segue il crinale in direzione della visibile torre di capo d'Uomo. In alternativa seguire la sterrata fino ad uno spiazzo e da lì prendere il sentiero a sx nel folto cespuglieto.
Arrivati in prossimità della torre ed in vista della parete scendere verso il mare per sentiero (non segnalato), transitando sotto la falesia di ottimo calcare con monotiri.
Proseguire a scendere fino ad una pietraia seguendo gli ometti. A metà pietraia ometti evidenti verso dx portano al ghiaione sotto la parete.
Risalendo brevemente il ghiaione si giunge ad un ometto che indica la partenza della via (30 minuti)

note tecniche:
Necessari 15 rinvii, soste su due fix da collegare.
Casco consigliato.

descrizione itinerario:
L1: 5c, 35m
L2: 5a, 35m
L3: 6a, 40m

In alternativa ai primi 2 tiri è possibile percorre i primi 2 tiri della via del diedro (al primo fix della via si segue la linea di dx, L1: 5c, L2: 5a).

Dalla cima è possibile percorrere l'ultima parte del traverso di 5c dello Spigolo Bonatti e poi gli ultimi facili tiri verso la cima, oppure ci si slega e percorrere il sentierino subito a sx.

altre annotazioni:
1° salita: Adrio Giusti, Benefico Tacconi e Eraldo Meraldi il 10 giugno 2013