Varenna (Val) Prîe da Formîgoa

difficoltà: dal 5 / al 7a
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota falesia (m): 330
lunghezza min itinerari (m): 8
lunghezza max itinerari (m): 20

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Enri78
ultima revisione: 18/01/19

località partenza: Carpenara (Carpenara , GE )

accesso:
Usciti al casello di Genova Pegli, proseguire in direzione Voltri. Passato il distributore dell'Agip ed il ponte sul Varenna, svoltare a dx a 100 mt, dopo i portici. Proseguire verso Nord in direzione della Val Varenna/San Carlo di Cese. Attraversate le località di Tre Ponti, Granara, Chiesino ed oltrepassato il ponte di Carpenara, si svolta a sinistra verso le Cave Marchisio (cartello). Superato un primo cancello, si prosegue fino a trovare una strada sterrata che scende sulla sinistra. Appena sopra il bivio, sempre sull'asfaltata, un piccolo slargo sulla sinistra permette di posteggiare (2 auto). Di fronte allo slargo, seguendo i bolli rossi e prestando attenzione ad un paio di svolte repentine prima a sinistra e successivamente a destra, in 10 minuti si giunge alla base dei piccoli torrioncini di metabasalto.

note tecniche:
Chiodatura a tasselli Raumer 10x86 Inox AISI 316 L - Res. E.: 35 kN. Res. T.: 30 kN e relative piastrine. I gruppi sosta sono tutte su 2 piastrine + catena e 2 anelli inox.
La chiodatura è tendenzialmente ravvicinata, in ottica sportiva. Leggermente più lunghi sui passaggi sotto il 5b, generalmente azzerabili sopra il 6b.
Si raccomanda l'uso del casco, che non è consigliato ma OBBLIGATORIO, anche vista la recente apertura degli itinerari.
Premesso ciò, si ricorda inoltre quanto segue:
- L' arrampicata è uno sport potenzialmente pericoloso, chi lo pratica lo fa a suo rischio e pericolo.
- Ogni utilizzatore della zona interessata si accolla ogni responsabilità per il proprio comportamento. Chi non ha i requisiti tecnici e/o esperienza necessaria a praticare l’arrampicata sportiva dovrà categoricamente astenersi da qualsiasi manovra di salita o sicurezza ad altri e dovrà rivolgersi a un professionista abilitato (guida alpina/istruttore di arrampicata) per ricevere idonee istruzioni.
- Tutti gli utilizzatori sono tenuti a comunicare tempestivamente, anomalie e difformità della parete di arrampicata, anche qualora le stesse siano solo apparenti, in particolare per quanto riguarda le protezioni fisse, gli appigli, gli appoggi.

descrizione itinerario:
Sul primo masso che si incontra sul sentiero:
1 - Lemmings, 5b (sosta didattica alla base)

Sul torrione di sinistra, nascosti nella parte alta:
2 - Belzebù (progetto)
3 - Dolmen, 6a

A seguire, in senso antiorario:
4 - Dune 6c
5 - Safarà 6a+
6 - Psilocybe 6a
7 - Aimer Sans Amour 5c (allungare quarta e quinta protezione per evitare attriti)
8 - Delirium Tremens (progetto)
9 - La Fatina di Solomenskiy 6b+
10 - Punta del Corno (progetto)
11 - Formîgoa, 6c+
12 - Orient Express, 6a+
13 - Bonsai, 5b

Gradi da confermare

altre annotazioni:
Chiodata da Enrico Ferraro tra l'inverno del 2017 e la primavera del 2018 grazie al contributo di ASD Urbe ed alcuni amici dell'associazione.
Si ringraziano per l'autorizzazione concessa i proprietari del terreno. Quest'ultimo dev'essere mantenuto pulito ed in ordine, avendo il massimo rispetto dell'ambiente circostante e ricordandoci che ci troviamo in un contesto privato.
Si ringraziano Andrea Dodaro, Matteo Ferraro e Simone Rodano per le offerte, Andrea Dodaro e Graziano Nirta per la pulizia del sentiero, Fabio Botta, Andrea Dodaro, Nicholas Bongiorni, Riccardo Vallarino e Filippo Puppo per la pulizia della base della falesia, Bottino Floricoltura per il materiale da giardinaggio fornito, infine tutti gli amici per le sicure.