Valmiana (Rocca di) Cresta NO

Valmiana (Rocca di) Cresta NO

Dettagli
Dislivello (m)
1700
Quota partenza (m)
1368
Quota vetta/quota (m)
3006
Esposizione
Varie
Grado
PD+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif del Valasco

Avvicinamento
Da Cuneo risalire la Val Gesso sino all'abitato di Terme di Valdieri.
Note
La Cresta Nord Ovest collega Rocca la Paur alla Rocca di Valmiana inframmezzata da due quote rilevanti e diverse minori. Percorrendola integralmente il grado e dato anche esso PD+. Quella qui descritta percorre pressoché la variante descritta sulla guida dei Monti d'Italia come 222ea
Descrizione

Dal parcheggio si segue la strada sterrata per il Pian del Valasco che con lunghi tornanti passa sotto il versante sud del m.Matto. Possibile e consigliabile utilizzare i diversi tagli che permettono di ridurre tempi e sviluppo. In prossimità di una cascata ed ormai Prossimi al Rif. del Valasco , abbandonare la strada e risalire a destra il sentiero in direzione Nord (indicazioni Passo di Valmiana- Monte Matto). Seguirlo fedelmente sino alla quota di 2505 m dove si svolta a sinistra e con un altro sentiero si attraversa con ampio semicerchio il sassoso vallone di Valmiana prima di arrivare al colle di Costa Miana ( 2600 m.). Perdere circa 80 metri di dislivello ed immettersi nel vallone di Valrossa , superato un ponticello in legno e raggiunto il lago omonimo , si prosegue costeggiando i fianchi della cresta sud su terreno detritico e pietraie. Continuando l’ascesa si perviene ad una fascia di rocce più compatte ma interrotte da terrazzini erbosi facilmente individuabili . Da qui svoltare ulteriormente a destra (est ) e puntare su terreno ripido ma non difficile alla cresta nord ovest nel punto del suo intaglio più pronunciato ed in prossimità di un canalino detritico più marcato. Da qui in poi si può decidere se tenere fedelmente la cresta su o starne poco sotto versante ovest , ma sempre su difficoltà moderate e roccia discreta sino alla croce di vetta.
Discesa dal percorso di salita o meglio ancora dal versante sud ovest verso la bassa di Miana e raccordandosi al percorso di salita evitando così una fastidiosa risalita nella valrossa.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Primi salitori P. Micheletti e G. Zapparoli Manzoni (15/07/1923)
Bibliografia:
Guida dei Monti d'Italia (Alpi Marittime Vol. II)
gambalesta
20.07.2020
2 settimane fa
10 mesi fa

Condizioni

Link copiato