Uccello (Pizzo d’) – Via Biagi-Nerli-Zucconi o Diretta dei Pisani

Uccello (Pizzo d’) – Via Biagi-Nerli-Zucconi o Diretta dei Pisani

Dettagli
Altitudine (m)
1781
Dislivello avvicinamento (m)
260
Sviluppo arrampicata (m)
830
Esposizione
Nord
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Donegani - Rif. Val Serenaia

Note
Roccia a tratti precaria, impiego sapiente delle protezioni veloci, lunghi tratti sprotetti, difficoltà continue, protezioni rade e vetuste, ricerca dell’itinerario da seguire e una difficile ritirata in caso di emergenze ne fanno una via nel complesso difficile e da non sottovalutare.
Avvicinamento
Dal rifugio Donegani, a piedi, seguire la strada di cava in leggera salita, oltrepassare la sbarra e dopo il primo tornante, qualche centinaio di metri sulla destra, prendere il sentiero 187 (targa che indica la Foce Sìggioli). Da questo punto salire nel bosco sino a giungere sulla cresta di Caprarossa (1420 Mt. circa). Davanti a voi appare l'imponente parete nord del Pizzo d'Uccello. Raggiungere l'attacco della ferrata "Siggioli" dalla quale si scende lungo una cresta esposta fino a giungere ai "Cantoni di Neve Vecchia" (nomignolo appioppato dagli abitanti del posto perché in questo angolo la neve tarda ad andarsene). Terminata la ferrata ci si dirige verso la base della parete . Quindi risalire circa un centinaio di metri verso sinistra (viso a monte) fino ad un piccolo ripiano dove c'è un chiodo di sosta con un vecchio cordino (caratteristico tetto a freccia nei pressi dell'attacco).
Descrizione

Via di avventura di rara bellezza che si sviluppa prevalentemente in parete aperta. Ascensione logica che si svolge sulla destra della via Oppio-Colnaghi. Essa ha in comune l’attacco e l’uscita con quest’ultima ma percorre una serie di fessure sotto la verticale calata dalla vetta stando a destra del Gran Pilastro. Il dislivello è di 660 m con difficoltà di V e V+ continue lungo tutta la via, più elevate rispetto alla classica Oppio-Colnaghi. In foto è riportato un disegno che descrive l’itinerario di salita da noi percorso, con le relative informazioni.

DISCESA
Per la via Normale (segni rossi e bianchi), fino al Giovetto poi per sentiero nr. 37 con indicazione per il rifugio Donegani.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Itinerario aperto da E. Biagi, A. Nerli e F. Zucconi l'11 e il 12 luglio del 1965
Cartografia:
Alpi Apuane 4LAND Cartography n.141
Bibliografia:
CAI-TCI Alpi Apuane (Montagna-Nerli-Sabbadini)
dario-ameruso
08/08/2020
6 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1740m 6.8Km

Monte Borla

Webcam
Webcam 170m 9.2Km

Canevara

Webcam
Link copiato