Sfinge (Punta della) Via dei Morbegnesi

Sfinge (Punta della) Via dei Morbegnesi

Dettagli
Altitudine (m)
2600
Dislivello avvicinamento (m)
1450
Sviluppo arrampicata (m)
265
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5b

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio omio

Note
Bella via in ambiente. Roccia ottima e bei passaggi solo alcuni disturbati da un pò di erba. Sempre ben proteggibile tranne all'inizio della quinta lunghezza dove serve un poca di decisione e intuito.
Non alzarsi troppo verso dei chiodi che si vedono in alto. L'artificiale del settimo tiro non è difficile ma si svolge su chiodi a pressione.
Descrizione

Da Bagni di Masino prendere il sentiero che in 2 ore condunce rifugio Omio. Dal rifugio seguire il sentiero che porta al Passo Ligoncio abbandonandolo dopo neanche 5 min per seguire il sentiero,indicazioni per sentiero di paolo-passso della vedretta.Aggirare la Sfinge e portarsi nel versante sud – est.(il sentiero passa a pochi metri dall’attacco!un ora dal rifugio. Attacco presso una fessura camino in mezzo ad evidenti placche.
1 45m IV/V passo V+ salire la fessura uscendo alla fine verso sinistra in sosta.
2 25m IV/IV+ continuare per il diedro camino soprastante.
3 30m IV/IV+ salire diritti sempre per il diedro camino da cui si esce ad una sosta erbosa.
5 45m II/IV nel camino erboso soprastante per 20m circa poi proseguire in obbliquo a sinistra fino ad un grosso spuntone con cordini di sosta
6 50m V+/VI salire alcuni metri la facile placca soprastante verso sinistra fino alla cengia erbosa.salire dritti per un dierdo per qualche metroe poi traversare a sinistra su placca liscia e salire poi un dierdo per 2-3m(chiodo con cordino)andando a prendre una fessura obliqua rovescia a sinistra,(chiodo non visibile)chiusa da uno strapiombo con masso incastrato. Superatolo si sosta su un buon terrazzino.(non farsi ingannare dopo la placca liscia dalla cengetta che va verso sinistra fino ad un chiodo angiolare in basso…)restare poco sopra!
7 50 V+/A! (VII) salire la fessura caminetto facile IIIe poi la placca fessurata con i chiodi a pressione soprastante arrivando ad una nicchia. Vincere lo strapiombo e continuare per la fessura che diventa sempre più facile fino alla cresta.

discesa.dalla fine delle difficolta c’è una sosta con 2 spit e anello…due corde doppie da 50m portano alla base…posssibile anche calate da 25m…

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
brozio
28.07.2018
2 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
15 anni fa

Condizioni

Link copiato