Rondinaio (Monte)Parete NE – Viva Rotari

Rondinaio (Monte)Parete NE – Viva Rotari

Dettagli
Dislivello (m)
465
Quota partenza (m)
1500
Quota vetta/quota (m)
1964
Esposizione
Est
Grado
TD

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Vittoria

Avvicinamento
Salire sino alla Finestra del Rondinaio (1860) dalla quale si gode di magnifica, anche se parziale, visuale sulla parete. Perdere leggermente quota e costeggiare la parete in curva di livello seguendo la linea delle rocce più basse.
Note
La parete è in pieno sole al mattino quindi fare molta attenzione alle temperature.
Descrizione

L1 – Si può fare comoda e solida sosta a friends (rosso e giallo Camalot) in una piccola nicchia più o meno evidente a seconda della quantità di neve, da qui si parte in leggero traverso a sinistra seguendo un evidente canale fino ad una sosta a chiodi, 50°/60°;

L2 – Si sale dritti (leggermente a destra) prima tra rocce affioranti e poi per una canale puntando ad una evidente fascia di rocce oblique che sembra sbarrare il passaggio, evidente sosta a chiodi a sinistra, 75°;

L3 – Piccolo diedro svasato di roccia con residuo ghiaccio e neve pressata, delicato ma ben proteggibile, difficoltà che richiedono gradazione da misto, forse M5, sosta a chiodi a sinistra prima di una nuova strettoia ;

L4 – Stesse caratteristiche del tiro precedente, incastri a secco e ramponi a graffiare la roccia, difficoltà minori, M4. Poi si ritorna su pendio nevoso quasi verticale che declina fino a ricongiungersi alla cresta. Da qui alla croce di vetta da usare come comoda sosta per recuperare il secondo.

Discesa dalla normale

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Appennino di neve e di ghiaccio, volume secondo
pardes_18
26.02.2017
4 anni fa
Link copiato