Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc, anello per Col Terre Rousse e Col de la Croix

Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc, anello per Col Terre Rousse e Col de la Croix

Dettagli
Dislivello (m)
950
Quota partenza (m)
1700
Quota vetta/quota (m)
2512
Esposizione
Tutte
Grado
E

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Caldamente sconsigliato in caso di nebbia o visibilita' scarsa; gia' con visibilita' perfetta, almeno nel senso da noi percorso, in certi punti e' difficile seguire il sentiero.
Partenza alternativa: Bivio Dondena/Rif. Barbustel 1763 m.
Possibile anello più breve: Bivio Dondena/Rif.Barbustel-Lago Muffè-Colle di Cima Piana(o Col de Panaz)-Cima Piana(o Mont de Panaz)-Col de Croix (EE dal Lago Muffè al Colle di Cima Piana).
Descrizione

Parcheggiare dopo Petit Mont Blanc nel grosso parcheggio a sinistra (Remoran); a destra della strada asfaltata c’e’ una palina con l’indicazione Colle di Terra Rossa: seguire il sentiero n. 11 controllando il numero ad ognuno dei numerosi bivi; si cammina in mezzo ad un bel bosco fino allo spartiacque, poi si sale a sinistra e in breve si e’ al colle Terra Rossa, da cui si gode un bellissimo panorama su M Rosa e Cervino e sul sottostante alpeggio di Brenve; scendere a sinistra e, giunti in breve ad una radura, proseguire in piano, ignorando la traccia che scende all’alpeggio.
Attenti ai segni gialli, molto scarsi….
Si prosegue salendo leggermente fino ad una spalla a sinistra di una pietraia; il sentiero risale a tornanti lungo il bosco rado fino a quello che da sotto sembra un colle, e invece e’ un avvallamento, a sinistra di una roccia.
Qui sotto di voi si sente scorrere l’acqua di un ruscello. seguirlo fino ad una cascatina nera e proseguire raggiungendo un ampio pianoro privo di alberi, con grandi rocce inframezzate da zone umide; salire ancora cercando faticosamente i segni, fino a raggiungere nel piano, quel che rimane di una vecchia baita. Il sentiero passa dietro la baita, puntate verso la montagna.
C’e un altro sentiero, il 3B-102 che attraversa sotto la paete della Cima Piana e conduce dal colletto a sinistra fino al lago Pana, 400 m. piu’ sotto.
Sopra una grossa roccia lungo questo sentiero ci sono i segni e l’indicazione per trovare sull’altipiano un menhir su cui e’ scolpito un uccello; io non l’ho visto, perche’ i segni per arrivarci sono stati fatti per chi scende dal colle di Cima Piana, e quando l’abbiam capito non siam piu’ tornate indietro per mancanza di tempo. E’ alto circa 90 cm.
Dopo aver individuato il sentiero 3B-102, scendere a destra (guardando la Cima Piana…) fino al Lac Couvert, ex lago ora quasi ricoperto di vegetazione.
Su di un pietrone grigio che si pesta scendendovi e su di un altro grosso masso alla sinistra, poco prima del lago (c’e’ una pietra-ometto appoggiata sopra…) ci sono delle incisioni rupestri: croci, scale con volti, risalenti al periodo celtico, e purtroppo altre decisamente piu’ recenti.
Visitato il tutto e ammirato lo splendido panorama su Cervino e Monte Rosa, tornare sui propri passi fino al pietrone con i segnavia e risalire al colle di Cima Piana; dal colle un ampio sentiero attraversa il versante sud fino ad un sasso da cui parte la traccia per la vetta, distante a questo punto meno di 200 m. di dsl.
Se volete, salite fino alla punta, tornando poi al sentiero che prosegue fino al col de la Croix, valico poco frequentato che scende ai laghi del Parco Avic, esso stesso sede di alcuni deliziosi laghetti, sempre con Rosa e Cervino sullo sfondo; da questo colle, in breve, si raggiunge il sentiero principale per il colle del Lago Bianco e si scende al lago Muffe’; dal lago, ancora mulattiera nel bosco, fino a raggiungere i pascoli.
Attraversare il torrentello seguito finora alla destra orografica, e portarsi sul lato sinistro proseguendo sul sentiero alto in piano; in vista degli alpeggi sottostanti, scendere su di essi, e poi per mulattiera puntare al basso, passare di fianco a sinistra di una baita ristrutturata, e tenendosi sempre a sinistra, tornare al punto di partenza

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50000 Ivrea-Biella Bassa vd'Aosta
Bibliografia:
ZAVATTA: I Monti di Ao......Champorcher
suan
19.01.2020
7 mesi fa
5 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato