Parey (Rocca) L’isola che non c’è

Parey (Rocca) L’isola che non c’è

Dettagli
Altitudine (m)
1320
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Sud
Grado massimo
7b
Difficoltà obbligatoria
6b+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
La via si sviluppa sul torrione della Parte Alta seguendo il filo sinistro fino sotto i il grande capello che lo caratterizza, supera con un tiro lo scudo centrale molto aereo.
Avvicinamento
Dall'ultimo tornate sulla strada per l'Aquila, seguire l'accesso alla Rocca Parey, dalla Pietra Bucata (tabellone).
La via attacca a dx del primo tiro di Papillon,si può arrivare concatenando una via del Torrione Anna e per cenge arrivare all'attacco; oppure dirigersi verso il settore di Vecchia Guardia (salita più diretta) da li salire il primo tiro di Papi Cucu, dalla cengia spostarsi per una 40 di metri a sx fino a raggiungere il primo tiro due spit (sosta da collegare)
Descrizione

L1: tiro molto vario e lungo calcolare 14 rinvii (45 m ) 5b
L2: salire in diagonale verso sx per placche facili muretto finale per arrivare in sosta 5c, tiro corto 20 m
L3: tiro chiave ci si trova sotto il muro centrale del torrione scalata molto delicata e tecnica molto di movimento molte prese da cercare, si sale per una 25 di m. superando tutto il muro verticale 7b (obbligatorio 6b+)
L4: ultimo tiro supera molti ribaltamenti non facili da capire allungare alcune protezioni per diminuire gli atriti 6a+/6b 25 m

DISCESA :
In corda doppia da S5 a S3 , con una seconda doppia da 60 si raggiunge la cengia , spostarsi a dx per raggiungere la prima sosta di Papi Cucu 50 m si arriva alla base.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
G. Portigliatti; G. De Robertis; G. Graziano
rocrope
21/06/2016
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato