Noli (Capo) da Varigotti, traversata a Noli

Noli (Capo) da Varigotti, traversata a Noli

Dettagli
Dislivello (m)
261
Quota partenza (m)
5
Quota vetta/quota (m)
266
Esposizione
Varie
Grado
T

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Antica via di comunicazione tra Varigotti e Noli.
Descrizione

Da Varigotti (5 m) si segue il lungomare in direzione di Savona e, all’inizio della salita di Punta Crena che porta alla galleria con cui si supera la punta, si prende a sinistra una stretta via (corrispondente al vecchio tracciato dell’Aurelia) dove si parcheggia dopo poche centinaia di metri.
Sul lato sinistro della strada si stacca la mulattiera segnalata (FIE: X rossa), per molti tratti larga, selciata e ancora scalinata, che sale alla chiesa di San Lorenzo.
Dopo poche centinaia di metri si arriva ad un bivio (90 m). Andando a destra è possibile raggiungere la chiesa di San Lorenzo Vecchio, di origini tardo medievali. Ritornati al bivio di quota 90 m, si riprende ora il percorso principale (FIE: X rossa), risalendo il versante meridionale del promontorio e attraversando zone estese di macchia mediterranea.
Si trascura un sentiero segnalato in azzurro che si allontana a sinistra.
Al bivio successivo (200 m) si va a destra (FIE: X rossa) e in breve si raggiunge la Torre delle Streghe, edificio nolese posto a guardia del Malpasso. Si continua a salire e, poco dopo, si sbuca sulla sterrata che collega le Manie a Capo Noli.
Si va a destra e dopo 100 metri la carrareccia termina davanti al cancello della zona militare del Semaforo di Capo Noli (266 m). Si piega allora a sinistra (FIE: cerchio rosso tagliato orizzontalmente) su una pista sterrata che va lasciata subito per prendere, a destra, lo stretto sentiero che scende verso Noli. Il sentiero riattraversa dopo poco la pista e prosegue in discesa fino a raggiungere lo storico borgo marinaro (10 m).
Da qui si torna a Varigotti con il percorso dell’andata, oppure seguendo l’Aurelia (3,5 Km) o con i mezzi pubblici. Rientrati a Varigotti, prima di riprendere l’auto, si può ancora salire al Castello, fortificazione bizantino-longobarda, e alla Torre di Punta Crena, seguendo il sentiero segnalato che parte a destra, nei pressi di quello seguito alla partenza. Dalla Torre si ha una bella vista sulla chiesa di San Lorenzo, sulla Torre delle Streghe e sul Semaforo.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
stealb
24.06.2020
2 mesi fa
10 mesi fa
1 anno fa
2 anni fa
4 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
14 anni fa

Condizioni

Link copiato