Nasta (Cima di) Canale NO e Cresta SO

Nasta (Cima di) Canale NO e Cresta SO

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1762
Quota vetta/quota (m)
3108
Esposizione
Ovest
Grado
AD

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Remondino

Note
Piccozza, ramponi, corda da 50m, rinvii, cordini e fettucce, nut e friend. Consigliabile a inizio stagione con il canale di accesso alla cresta in neve.
Descrizione

Da Pian della Casa salire al rif. Remondino.
Proseguire verso il Lago di Nasta per una ventina di minuti. Quando il sentiero arriva alla base delle prime placconate, abbandonarlo e salire sulla sx il ripido conoide che conduce alla conca nascosta alla base del versante O della montagna.Qui imboccare il canalino sulla dx che sale alla forcella a monte dell’Uja SO di Nasta (200m, 40-45° piccozza e ramponi indispensabili). Dalla stretta forcella prendere a sx la cresta.
Con una prima lunghezza di corda si superano delle ripide placche e aggirato verso dx uno spigolo si rimonta un canale di rocce gradinate (II-III). Una seconda permette si raggiungere verso dx lo spigolo, aereo e ripido, e di salirlo fin dove la cresta spiana per qualche metro (II-III, 1ch.). Con il terzo tiro si supera direttamente un torrione con arrampicata quasi verticale (30m, III continuo, 1 ch. a 25 m dalla base). Dal suo culmine, molto aereo e di rocce un po’ instabili, ci si cala alla breccia successiva (6m, ancoraggio cordoni e maillon in loco). Qui si trova una sosta (2ch., cordino e maillon, forse per calarsi nel canalino verso sud?). Si affronta ora il tratto chiave: un muro più liscio prima verso dx, quindi, raggiunto un tetto, a sx dello spigolo per un diedro sempre liscio, quindi nuovamente a dx per liscia placca o direttamente per un camino verticale di blocchi un po’ malfermi (25m, III-IV, 3ch.). Dal terrazzino dove si esce il percorso diventa più facile. Si sale per rocce gradinate alla spalla (II), si evita il tratto di cresta successivo scendendo leggermente sul versante sud e si raggiunge un colletto dove si riprende la cresta, facile (II/II+) e quasi orizzontale, ma molto esposta (2 fix e 1ch.). Dal colletto successivo per facili blocchi in pochi minuti si raggiunge la cima ovest (croce con libro di vetta).
Discesa: da una delle vie normali.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
De Cessole e Plent, 31.7.1902 non seguendo il filo ma costeggiandolo sul lato NO
Abbiati, Bruschi, Girtanner, Molini e Saukkonnen, 30.7.1939
Cartografia:
Fraternali Editore 1:25000 n.15 Valle Gesso, Parco Naturale delle Alpi Marittime
Bibliografia:
GMI Alpi Marittime vol 2, Parodi Nelle Alpi del Sole
m-gulliver
21.06.2020
2 mesi fa
1 anno fa

Condizioni

Link copiato