Meja (Rocca la) Il Battesimo Di Franz

Meja (Rocca la) Il Battesimo Di Franz

Dettagli
Altitudine (m)
2500
Dislivello avvicinamento (m)
150
Sviluppo arrampicata (m)
280
Esposizione
Sud
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
6a+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
M. Bernini, F. Bottero e W. Galizio il 07/08/2007

Si ringraziano “Mountain Sicks” di Rivarolo Canavese e www.rocciaeresina.it per il materiale...

L’itinerario si sviluppa lungo placche e diedrini. La roccia per quanto ottima sulla placche richiede in alcuni piccoli tratti un minimo di attenzione. Bella via non però come la vicina “Così Vicino, così Lontano”, un po’ più alpinistica...

Discesa:
possibile in doppia solo sino alla SOSTA 6.
In previsione di una discesa in doppia è necessario portarsi dei cordini per unire i due punti di sosta che sono su due fixe di cui uno con anello di calata, ma è preferibile e più veloce scendere per la normale, 25’.
Dall’ultima sosta, su un solo fixe con anello, scendere facilmente verso SX sino ad un corto canale tra due grossi massi che si supera seguendo poi gli ometti che portano alla normale, evidente
Descrizione

Avvicinamento: da Demonte in Valle Stura oppure da CastelMagno in Valle Grana si sale fino al Colle di Valcavera e da qui si scende all’altopiano della Gardetta, tra le caserme diroccate, in pietra nera, della Bandia, si prosegue per la sterrata fino al Colle Margherina, evidente da qui la parete, parcheggiare. A piedi si scende per un marcato sentiero, poi per prati e tracce sulla pietraia fino al marcato sentiero che porta alla normale, arrivati sotto all’evidente diedro che delimita la parete dal corpo centrale della Meja seguire le tracce in salita verso DX sin alla base delle placche.
La via attacca una 40ina di metri a DESTRA di “Così vicino…”, fixe color bronzo a circa 5/6 metri da terra su una placca grigia.

L1) salire la corta placca grigia, superare un tettino e la bella placca seguente, spostarsi a DX per gradoni, 6b.

L2) placca e diedrino fessurato, 5c.

L3) duro passaggio dalla sosta e bella placca di ottima roccia, tettino e corta cengia verso dx, 6c.

L4) corta placca, superare il diedro e spostarsi a Dx per poi tornare a Sx alla sosta, 6a.

L5) corto muretto ed entrare nel diedro, al 3° fixe scavalcare il diedro e traversare in orizzontale a DX ancora per un corto diedro alla sosta, 6a+. N.B. rinviare lungo il 3° ed il 5° fixe

L6) spostarsi a DX, superare la placca ed il successivo muro fessurato, al suo termine spostarsi a SX alla sosta, 6b.

L7) superare la bella placca grigia in diagonale a SX entrare in un diedro e seguirlo sino alla sosta su di un solo fixe ad anello, 6a.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
L.Belliardo F.Bottero - Rocca la Meja AlpClimbing - I libri della Bussola - 2011
berni
21/08/2017
3 anni fa
4 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2337m 6.9Km

Gardetta

Stazione Meteo
Webcam 1180m 7.3Km

Marmora

Webcam
Webcam 1246m 7.3Km

Pietraporzio – paese

Webcam
Link copiato