Meja (Rocca la) Massimo Romanelli + Il Bidone

Meja (Rocca la) Massimo Romanelli + Il Bidone

Dettagli
Altitudine (m)
2100
Dislivello avvicinamento (m)
200
Sviluppo arrampicata (m)
210
Esposizione
Sud
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
6b

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Gardetta

Note
Vie dei primi anni Novanta, protette a spit da 8mm e chiodi, comunque da integrare. Soste a spit.
Portare 12 rinvii, friends da piccoli fino al 3BD, martello ed eventualmente qualche chiodo, fettucce.
Avvicinamento
Dal colle del Preit risalire gli evidenti prati e pendii che portano fin sotto la pietraia di accesso alla parete, già visibile dal colle. Risalire la pietraia fino alla base dell'avancorpo a dx della super placconata di Guanta la Meja. 45min. Oppure dal Colle Margherina scendere sempre per prati fino alla parete. 45 min
Descrizione

Le vie percorrono più o meno al centro la parete liscia del torrione occidentale della Meja, quello dove passa Guanta la Meja. Spit visibili circa al centro dell’avancorpo.

L1: Placchetta iniziale tecnica, poi facile a sx per qualche metro, poi diritti per placca fino alla sosta. 6b+ iniziale, poi 6a.
L2: Placca, tettino fisico poi per diedro canalino in sosta. 6b
L3: Placca bellissima a fessurine, serie di diedri fessurati, tettino e sosta su cengia. 6b+
L4: Bella fessura articolata continua e fisica su muro verticale. 6b+/6c

Trasferimento di 20m fino in cima all’avancorpo, alla base dello spigolo di attacco della seconda via. Spit di sosta.

L5: Salire il bello spigolo per diedri fessurati, poi fessura ad incastro strapiombante e uscita in sosta sulla sx. 6b
L6: Diedrino sulla sx, poi traversare a dx e raggirare uno spigolo per evitare alcuni blocchi sovrastanti, superare un grande masso staccato ma solido, poi a sx e dritti per diedrini fino ad un balcone di sosta. 6a
L7: Bel muro tecnico fessurato, poi facile per spigolo appoggiato fino in cima. Reperire la sosta nuova a spit inox. 6b+

Discesa: Dalla punta reperire una sosta nuova a due spit inox. Calarsi verso dx (faccia alla parete) fino a S6. Da li una doppia da 60m porta nel canale dove si trova uno spit con grosso maillon. Scendere poi a piedi o in doppia la ripida cengia.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Aperta da Massimo Piras nel 1990, la prima parte con Michele Colonna, la seconda parte da solo. Dedicata ad un amico caduto al Bracco
Bibliografia:
L.Belliardo F.Bottero - Rocca la Meja AlpClimbing - I libri della Bussola - 2011
liviell
25/07/2016
5 anni fa
7 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1246m 7.4Km

Pietraporzio – paese

Webcam
Webcam 1180m 7.4Km

Marmora

Webcam
Stazione Meteo 2337m 7.6Km

Gardetta

Stazione Meteo
Link copiato