Lavaredo (Cima Grande di) Via Hasse-Brandler

Lavaredo (Cima Grande di) Via Hasse-Brandler

Dettagli
Altitudine (m)
2450
Sviluppo arrampicata (m)
550
Esposizione
Nord
Grado massimo
7a+
Difficoltà obbligatoria
6b
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
"Via difficilissima e di estremo interesse tecnico, viene considerata la più completa e impegnativa delle Tre Cime di Lavaredo".Con queste parole il Berti caratterizza nella storica guida delle Dolomiti Orientali quest'itinerario che nel frattempo é divenuto una delle grandi classiche delle Dolomiti.
Ad oggi questa stessa via é stata percorsa il Free-solo da Alex Huber.
Descrizione

Materiale:
2 corde da 50/60 m
20 rinvii + prolunghini per allungare le protezioni
Friend dal 0.4 a 2 B.D.
Martello (non indispensabile, ma utile in caso di ribattere i chiodi -siamo sempre in Dolomiti)

Avvicinamento: dall’ultimo parcheggio delle tre cime prendere la stada carrozzabile (che poi diventa sentiero) che porta a fare il giro intorno alle tre cime.Quando si passa sotto la parete Nord percorrerla (centro/destra) fino andare in corrispondenza di alcuni pilastrini di roccia scura.

L1: Salire il pilastrino dentro un diedro ben marcato. Non sostare in cima al pilastro ( vecchi pressione) ma scendere a sx per 5 metri fino ad una sosta con resinato.(V – IV+ ) 50 m.
L2: Attraversare tutto a SX (IV+ – V) 40 m.
L3: Dritti sul muro sorpassare un tettito e poi placca con ottimi buchi (VII – VII+) 30 m MAGNIFICO!
L4: Rampetta (V+ – V) 20 m
L5: Dritti sul muro (VII) 25 m
L6: Subito dritti poi a DX per poi tornare fortemante a SX, intervallare bene le corde (VII-)25 m
L7: Andare tutto a SX poi risalire su dritti in un diedrino (ATTENZIONE: c’é una scaglia enorme su cui bisogna passarci sopra non tirarla) (V+ – VI – VII) 35 m
L8: Attraversare discendendo tutto a SX fino ad un enorme terrazzo in corrispondenza degli strapiombi, si incontrerà una prima sosta proseguire ancora a SX per circa 10 metri dove si incontrerà la sosta giusta (III) 40 m
L9: Si parte verso i tetti.Sosta nel vuoto da attrezzare 1 spit a disposizione (V+ – VI – VI+) 20m
L10: Attraversata sotto i tetti. Sosta con un paio di chiodi e 1 spit. Sosta aerea (VII+) 20 m ( meglio unire L9 ed L10, sosta migliore)
L11: Serie di tetti a scala rovescia. (VIII- – VII+). 25 m
L12: Fessura strapiombante (VII+ – VIII+). 40 m
L13: Su diritti ancora molto fisico (VII+).30 m
L14: Su dritti in un diedrino poi cengetta fino a giungere al libro delle salite ( V – IV+ – III). 40 m
L15: Diedro giallo (V – VI). 40 m
L16: Sempre dritti a seguire l’itinerario più facile e evidente. (V IV).
L17: Dentro il camino (spesso bagnato) (V – VI)
L18: Ancora diritti sul percorso più evidente (IV – IV+)
L19: Proseguire su roccia facile ben articolata fino alla cengia circolare
Da qui spostandosi a DX altre 3 lunghezze facili portano in vetta.

Dopo la sosta del libro delle salite andare su per il percorso più evidente, le lunghezze possono variare molto a seconda dove si voglia sostare il più delle volte le soste sono da attrezzare.

Nota: sui tiri bassi e quelli centrali ogni sosta é rinforzata con 1 spit; in più sono presenti alcuni spit di progressione sui tiri più impegnativi.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
alex_73
11.08.2019
1 anno fa
2 anni fa
5 anni fa
8 anni fa
10 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Panoramica 2999m 1.1Km

Große Zinne (Cima Grande)

Panoramica 2887m 1.2Km

Zinnenbalkon

Panoramica 2396m 1.3Km

Col de Mezzo

Panoramica 2333m 1.8Km

Cianpedele Dawn

Panoramica 2346m 1.8Km

Monte de le Cianpedele

Panoramica 2460m 2.1Km

Paternsattel (Forcella Lavaredo)

Panoramica 2397m 2.2Km

Drei Zinnen Sunrise

Panoramica 2551m 2.6Km

Passportenscharte

Panoramica 2744m 2.8Km

Paternkofel (Monte Paterno)

Panoramica 2539m 2.9Km

Sextner Stein

Link copiato