Guardiabella (Monte) dal Colle San Bartolomeo a San Bernardo di Conio

Guardiabella (Monte) dal Colle San Bartolomeo a San Bernardo di Conio

Dettagli
Dislivello (m)
1070
Quota partenza (m)
700
Quota vetta/quota (m)
1218
Esposizione
Tutte
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Traccia e sentiero

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Pieve di Teco, o Imperia, si sale al Colle di San Bartolomeo, qui si svolta per San Bernardo di Conio, dopo poco meno di un km si passa un piazzale/cava/deposito inerti, e si posteggia poco dopo su uno slargo a sinistra, a lato della strada, dove parte la strada sterrata sulla destra (Palina).
Note
Il percorso si svolge prevalentemente sul crinale. Si toccano lungo il percorso il Monte Guardiabella m.1218, il Monte delle Vallasse m.1206 e il Monte Aurigo m.1122.
Descrizione

Dal Colle di San Bartolomeo proseguire per San Bernardo di Conio, dopo alcune centinaia di metri c’è alla nostra destra una specie di cava abbandonata, si prosegue ancora per poco e si trova sempre a destra una strada sterrata che torna indietro (palina indicatrice per il Guardiabella), sulla sinistra c’è uno slargo dove si posteggia l’auto.
Si imbocca la strada sterrata, si passa un poggio con dei ripetitori/antenne sulla sinistra, sempre seguendo la stradina si arriva ad una curva dove sulla sinistra ci sono delle vasche per abbeverare le mandrie al pascolo, si è ora poco sotto al crinale. Qui si lascia la strada e per prati si sale sulla dorsale tra il Monte Picco Ricco e il Monte Guardiabella.
Si segue la traccia/sentiero lungo tutto il largo crinale, con qualche sali scendi, (alcune belle caselle) fin sulla cima del Guardiabella m.1218, croce. Dalla vetta si prosegue sempre nella stessa direzione, si scende al Passo del Lupo m.1118, sempre per crinale si sale sul Monte delle Vallasse m.1206 ometto di pietre, si prosegue sempre con traccia/sentiero in discesa verso il Monte Aurigo. Si sale al Monte Aurigo m.1122 croce, ora rimane la discesa su San Bernardo di Conio m.986 che si raggiunge dopo un breve tratto di boschetto e infine prato. Nella piazza del paese c’è una fontana dove è possibile rifornirsi d’acqua.
Ora non rimane che percorrere a ritroso l’itinerario dell’andata e tornare all’auto.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC n°15 Albenga Alassio Savona 1:50.000
giada
09/05/2017
3 anni fa
4 anni fa
Link copiato