Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Sagnalonga, anello per Capanna Mautino, Colle Bercia, Col Saurel

Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Sagnalonga, anello per Capanna Mautino, Colle Bercia, Col Saurel

Dettagli
Dislivello (m)
581
Quota partenza (m)
1995
Quota vetta/quota (m)
2413
Esposizione
Tutte
Tipo di percorso
Salita e discesa
Periodo
Giugno Novembre

Località di partenza Punti d'appoggio
Capanna Mautino

Avvicinamento
Raggiungere la Frazione Sagnalonga percorrendo a scelta tre rotabili sterrate, da Cesana Torinese direzione Claviere svoltare a sx dopo primi tornanti nuova variante e proseguire per circa 7 km, da Claviere, pressi Chiesa parrocchiale scendere piste sci e salire dapprima a la Coche e poi a Sagnalonga dopo circa 3,5 km. e da Bousson (Frazione di Casana), seguire dapprima verso Casa Vacanza Santa Giulia e seguire direzione Fonte Dalma e poi Fonte Tana (Casermette), tralasciando la rotabile che arriverebbe al Lago Nero. Crica 7-8 Km.
Note
Bel itinerario in alta quota su sentieri e mulattiere con più versanti a cavallo fra Italia e Francia che raggiunge laghi e creste dove sono presenti resti di vecchie fortificazioni diroccate. Comprensorio Monti Luna della Via Lattea italiana.
Descrizione

Si parte da Sagnalonga seguendo la rotabile in direzione Lago Nero, si raggiunge in discesa il Lago Comba Nera (chiamato comunemente Lago Profondo), poco dopo a dx si stracca traccia di sentiero (vedi cartello informativo con tettoria) che risale un costone con a dx ruscello, poco dopo tenere a sx tralasciando altra traccia sentiero che sale al lago Foiron. Dopo poco si giunge in prossimità di Capanna Mautino (Rifugio gestito) situato sopra il lago Nero. Passare davanti al rifugio seguendo mulattiera sino a giungere ad un pianoro ove seguire traccia erbosa a dx che dopo poco fa giungere ad una grossa tettoia in legno con indicazione Brigata Alpina Taurinense 4 Rgt. Alpini. Da lì seguire sulla sx sentiero che in ripida ascesa porta dapprima al Lago Saurel e poi a ricongiungersi con la mulattiera proveniente da Colle Bercia (Palina) seguire in leggera discesa sino a giungere al Lac Gignoux (7 Colori), effettuarne il periplo e risalire il costone poco prima disceso proseguendo sul sentiero di rientro verso il Colle Bercia. Appena imboccatolo dopo circa 50 mt seguire sulla sx ripida traccia su pietraia che porta al Colle Saurel da dove si scende sull’omonima seggiovia della Via Lattea. Seguire la strada di collegamento sino a giungere nuovamente sulla mulattiera del Colle Bercia. In prossimità di alcuni tornanti in discesa tenere la sx costeggiando areo sentiero che passa dapprima in mezzo alle reti paravalanghe e poi in cresta raggiunge un resto di fortino diroccato. Da lì scemdere sul pendio scosceso tenendo come meta la cresta che raggiunge le seggiovie di Colle Bercia, passando dalla Madonnina Nera. Si scende sino al piazzale Chaberton e se segue il sentiero della fede in direzione a salire oltrepassando Pilone votivo (Belvedere sul sottostante Lago Foiron), arrivare sino a palina con indicazione sentiero della Volpe e scendere in direzione del lago passando in pineta, ad un incrocio svoltare a sx in salita oltrepassando una sorgente da dove si raggiunge dopo poco tempo nuovamente Colle Bercia. Ripetere questo ultimo anello sino all’ultimo incrocio ove invece si scende a dx sino a cartello indicatore e poi nuovamemnte a sx sino a giungere a ponticello in legno da dove si raggiunge dopo poco su bella traccia la panoramica Rocca Remolon (bella vista panoramica su alta Valle Chisone). da lì scendere costeggiando il fortino diroccato e imboccare sentiero in ripida discesa tecnico che ci riporta a Sagnalonga chiudendo l’anello

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
tettorubia96
14.08.2018
2 anni fa
3 anni fa
4 anni fa

Tracce (6)

Condizioni

Link copiato