Garin (Punta) traversata di cresta dalla Punta Arpisson

Garin (Punta) traversata di cresta dalla Punta Arpisson

Dettagli
Dislivello (m)
1700
Quota partenza (m)
1800
Quota vetta/quota (m)
3451
Esposizione
Sud-Est
Grado
PD-

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Lunga traversata di cresta con difficoltà di I e II grado con qualche passo di III, che permette la salita di 8 vette. Tenendo il filo, roccia di buona qualità. Lungo tutta la cresta trovato solo un vecchio chiodo e due cordini malconci. Non abbiamo fatto doppie, tutti gli spuntoni noi li abbiamo scesi arrampicando. Tutta la cresta in conserva, protetta in alcuni sporadici passaggi.
Facilmente proteggibile con cordini, tanti spuntoni, non abbiamo usato friends. Queste naturalmente sono indicazioni soggettive.
Avvicinamento
Da Cogne si sale alla frazione di Gimillian. A monte del paese in uno spiazzo adibito a parcheggio si lascia l'auto.
Descrizione

Da Gimillan prendere sentiero per la punta Tsaplana (2677), ci sono varie alternative per arrivarci, una volta raggiunta la vetta dove è posta una madonnina, si prosegue lungo la ripida dorsale su vaghe tracce  sino alla vetta della punta Arpisson (2978) dove inizia la cresta da percorrere.Prima parte molto facile sino al col Pila SW (3028), poi si incontrano i primi passaggi di I-II° e dopo un tratto di cresta detritica si raggiunge la prima punta Coppi SW (3215), si traversa la Coppi centrale (3220) e si raggiunge la Coppi NE (3231) con divertenti passaggi (II°). Si continua sempre in cresta per raggiungere la torre di Arpisson (3231), che è formata da una serie di 7 torrioncini che si traversano in cresta (I-II°, passi di III°). Dopo la cresta diventa più affilata ed esposta, e sempre dopo vari saliscendi si raggiunge la punta Lavà (3214). Si prosegue sempre con difficoltà di I-II° per raggiungere la punta Fleurie (3260). Si scende all’intaglio della Garin (possibilità di scendere nel vallone di Crot Fleurie a riprendere il sentiero alle alpi Grauson vecchie) Si inizia ora il tratto di salita alla Garin (3451), superando ancora qualche gendarme, stando in cresta difficoltà sul II°, stando leggermente sulla destra si sale più facilmente. Senza ulteriori difficoltà si raggiunge la vetta.

DISCESA:

Versante nord, si scende senza percorso obbligatorio con qualche passo di I° sino a quando la pendenza diminuisce e per cresta facile (passi di I) si raggiunge la vetta del mont Valaisan (3296) (grosso ometto). Da qui si gira a sinistra SW e traversando su sfasciumi ci si porta sul pendio sempre di sfasciumi che scende direttamente al lago Garin. Da qui si trova il sentiero che riporta a Gimillan chiudendo così un bel anello.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
rebatta-bousa
27/08/2021
2 mesi fa
1 anno fa

Tracce (2)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1800m 200m

Cogne – Gimillan

Webcam
Stazione Meteo 1470m 2.2Km

Cogne – Crétaz

Stazione Meteo 2279m 3.6Km

Cogne – Grand-Crot

Stazione Meteo 1682m 4.5Km

Cogne – Valnontey

Stazione Meteo 1613m 4.5Km

Cogne – Lillaz

Stazione Meteo 2280m 7.6Km

Gressan – Pila-Leissé

Webcam 2612m 7.7Km

Pila Couis

Webcam
Webcam 1897m 8.8Km

Gressan – Pila

Webcam
Link copiato