Forciolline (Guglia delle) – Via Bessone-Daniele

Forciolline (Guglia delle) – Via Bessone-Daniele

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1585
Quota vetta/quota (m)
2874
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
AD

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Dal parcheggio prima di Castello risalire il vallone Vallanta. Raggiungere il bivio per il bivacco delle Forciolline (capanna Monvisia o Boarelli) e prendere il sentiero sulla dx. Proseguire lungo il sentiero "Ezio Nicoli" fino a circa 3/4 del canalone roccioso. Quindi deviare a sx, passare nel punto più facile tre balze rocciose in successione e attraversare una pietraia, cercando di costeggiare la parete sud della Guglia. Prendere una rampa rocciosa verso dx, che porta a una specie di valloncello sospeso, compreso tra la parete e un avancorpo sulla dx. Tenersi sulla sx e al termine del canale raggiungere un evidente camino sulla sx (non proseguire lungo il canale erboso che prosegue sulla dx).
Note
Itinerario particolare, spesso in camino. Il percorso è sostenuto nella parte bassa, mentre in alto diventa via via più facile.
Il modo più immediato per spiegare l'itinerario da seguire è: entrate nel camino e seguitelo fino in cima (cercando possibilmente il facile).
Descrizione

Risalire il camino, piuttosto stretto e con qualche ciuffo d’erba (III+). Dopo due tratti delicati e poco proteggibili si raggiunge un ballatoio erboso (possibilità di fare sosta all’inizio su friend sulla dx o al di sotto di un tetto su cordone).

Salire il primo facile tettino, avendo cura di passarlo sulla sx (grossi massi in bilico sulla dx). Continuare ora nel camino che diventa via via più profondo e ripido (ch. sulla sx), passare una zona liscia e strapiombante (IV sostenuto) e quindi uscire sulla dx (sosta attrezzabile a friend/nut sulla sx). Risalire brevemente su erba e quindi vincere il tetto che chiude l’uscita del canale piegando prima a dx, su un bel muretto verticale, per tornare poi al centro e uscire su di un terrazzo erboso (III+, sosta attrezzabile su arbusto).

Risalire un breve diedro sulla sx e quindi scendere dal versante opposto, traversare a sx e raggiungere la prosecuzione naturale del camino sottostante.

Proseguire ora nel camino che qui si fa canale erboso-detritico facile, con qualche facile saltino (II). Il canale in alto piega debolmente a dx e infine va a morire sotto a dei massi ciclopici accatastati, che formano un grande tetto (che si supera salendo le facili placche sulla dx). Risalire le paretine esposte a sud dei massi (II, un passo di III) e quindi proseguire nell’evidente canale-camino di dx.

Continuare a salire senza possibilità di errore affrontando 2 muretti più ripidi inframmezzati a tratti più facili o dove si cammina (II-III). Puntare alla forcella dove termina il canale, che sbuca a pochi metri dalla croce dell’anticima 2861m della Guglia delle Forciolline.

Discesa lungo la via normale (EE), verso il bivacco Berardo.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
S. Bessone e B. Daniele, 15 settembre 1955
abo
13.10.2020

Nelle vicinanze Mappa

3 settimane fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato