Dosson di Genova, cime Centrale e Meridionaleda Malga Bedole per il Rifugio Caduti dell’Adamello

Dosson di Genova, cime Centrale e Meridionaleda Malga Bedole per il Rifugio Caduti dell’Adamello

Dettagli
Dislivello (m)
550
Quota partenza (m)
3040
Quota vetta/quota (m)
3441
Esposizione
Varie
Grado
F+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio ai Caduti dell'Adamello

Avvicinamento
Per Carisolo, raggiungibile a nord da Madonna di Campiglio, a est dall'uscita Autostrada del Brennero si esce al casello di Trento Sud e ci si dirige sulla statale verso Tione e poi Pinzolo, da sud in autostrada con uscita Brescia est seguendo le indicazioni per Madonna di Campiglio -Pinzolo. Giunti al paese di Carisolo si svolta a sinistra per prendere la lunga (17 km) strada che percorre la Val di Genova (a pagamento, e con accesso regolamentato nei mesi estivi, consigliabile assumere informazioni in precedenza). Si lascia la macchina al parcheggio di Malga Bedole 1548 m.
Note
Salita in un contesto maestoso di ghiacci (il più grande d'Italia) consigliabile in due giorni pernottando al comodo Rifugio ai Caduti dell'Adamello. Salita consigliata ad inizio stagione con innevamento che facilita la traversata dei crepacci sul ghiacciaio concatenabile con la Cresta Croce (Cima Giovanni Paolo II) o Cima del Cannone dell'Adamello.
Descrizione

l giorno prima da Malga Bedole 1548 mt. si sale al Rif. Città di Trento da li si traversa verso la Vedretta del Mandrone (F+) salendo fino al Rifugio ai Caduti dell’Adamello 3040mt. Altra valida salita più diretta sempre da Malga Bedole per il Sentiero del Matarot (EEA) fino al Rif.ai Caduti dell’Adamello.
Dal Rif.ai Caduti dell’Adamello ci si abbassa per 100mt. in direzione ovest traversando sui ripiani nevosi che passano sotto il costone roccioso nord-ovest della Cresta Croce. Aggirato il costone si traversa puntando verso il secondo costone che scende dalla Cima del Cannone dell’Adamello, aggirato anche questo si risale verso il P.so della Croce o del Dosson e senza salire al passo si traversa sul ghiacciaio costeggiando sotto la parete della Cima del Dosson di Genova settentrionale salendo poi al cupolone nevoso della Cima centrale del Dosson 3381mt. Da qui si procede lungo la cresta perdendo alcuni metri puntando alla turrita puntina del Dosson meridionale 3441mt. la più alta delle tre cime del Dosson di Genova. Per la discesa si continua sulla cresta scendendo sul ghiacciaio passando sotto il versante nord della La Tripla e con il percorso più agevole si scende sul ghiacciaio del Pian di Neve e poi sulla Vedretta del Mandrone, da qui è consigliabile scendere con attenzione tutto il ghiacciaio rientrando a valle per il Rif. Città di Trento.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
irui70
21.06.2020
2 mesi fa

Condizioni

Link copiato