Collalunga (Cima di) da San Bernolfo, anello per Vallone dei Dossi e Passo di Barbacana

Collalunga (Cima di) da San Bernolfo, anello per Vallone dei Dossi e Passo di Barbacana

Dettagli
Dislivello (m)
1200
Quota partenza (m)
1663
Quota vetta/quota (m)
2760
Esposizione
Tutte
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
Segnavia rosso, niente, ometti

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Dahu de Sabarnui a San Bernolfo e Locanda e posto tappa Gta a Strepeis

Avvicinamento
In valle Stura dopo Vinadio a Pianche svoltare a sinistra per Bagni di Vinadio, Strepeis. Passato Strepeis si prosegue fino a San Bernolfo m.1663, dove si posteggia o prima del paese negli slarghi al lato della strada, oppure sul piazzale sulla strada sterrata dopo il paese per il Vallone di San Bernolfo.
Note
Bel giro ad anello nel selvaggio Vallone dei Dossi su una vecchia mulattiera militare che ultimamente è stata sistemata nella parte alta dove era franata in alcuni punti, ed è stata segnata in rosso. Alla scoperta di vecchi percorsi, casermette e bunker, con discesa nella Valle di Barbacana imbiancata dalla Mica che fa l'occhiolino, per ritornare nel Vallone di San Bernolfo.
Descrizione

Si segue la carrareccia che risale il Vallone di San Bernolfo, scorciatoie per tagliare i lunghi tornanti. La carrareccia diventa mulattiera/sentiero, si lascia a destra il bivio per i Laghi Lausfer e la Cima del Corborant, si prosegue e ci si inoltra in quella che diventa Valle di Barbacana, dopo un bel ripiano erboso con un ruscello che lo solca e un rudere, a quota m.2437 da un grande masso si devia a sinistra, cartelli con le indicazioni, sulla mulattiera che si inoltra nel selvaggio e spettacolare Vallone dei Dossi, segnata in rosso. Al masso si arriverà al ritorno scendendo dal Passo di Barbacana.
La mulattiera va verso est seguendo il vallone chiuso a sud dal crinale formato dalla Testa Cimon e dalla Cima di Collalunga, attraversa tutta un enorme pietraia, prosegue in un saliscendi di dossi di pietre, fa un lungo traverso verso est, nella parte finale sale con una serie di spettacolari tornantini fino alla bella caserma di Collalunga m.2693 (Bei resti di stemmi storici della G.A.F. “Guardia Alla Frontiera”, in buono stato di conservazione). Dal piazzale della caserma a lato di questa a destra, indicazioni sulla caserma, parte una mulattiera che arriva fino sulla Cima di Collalunga 2760 m. Ripetitori radio del soccorso alpino e grosso cippo confinario Italia-Francia.
Dalla cima di Collalunga si prosegue sul crinale pietroso verso ovest seguendo alla meglio il crinale, ometti e traccia in alcuni punti. Si sale sulla Testa Cimon 2694 m, grosso ometto, da dove si domina il vallone dei Dossi e la mulattiera che lo attraversa.
Si prosegue sempre sul crinale che forma un grosso arco, ometti, fino ad arrivare nei pressi della cima Serre Raspaillon, grosso ometto che segna il canale di discesa verso il Passo di Barbacana. Si scende nel canalino franoso, qualche passo da disarrampicare, traccia, il canale taglia in diagonale verso il Passo di Barbacana 2584 m, palina indicatrice.
Dal passo si scende ripidamente con una serie di tornantini nella Valle di Barbacana, si passa la casermetta difensiva del Passo di Barbacana, qui si cominciano a trovare numerosi resti di Mica fino alla comba sottostante. Il sentiero diventa bella mulattiera, scende e attraversa con bel percorso tutta la pietrosa comba fino ad arrivare attraverso una trincea di pietroni al grosso masso del bivio per il Vallone dei Dossi che si è preso all’andata. Si percorre ora a ritroso il percorso di salita scendendo nel Vallone di San Bernolfo fino al paese.
In alternativa dalla cima di Collalunga è possibile anche scendere dalla via classica che passa per i laghi e vallone di Collalunga.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.13 Alta Valle Stura di Demonte
giada
21.08.2018
2 anni fa
3 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
10 anni fa

Tracce (1)

Condizioni

Link copiato