Ciamarella (Tour) dal Pian della Mussa per Averole, Bessans, Bonneval sur l’Arc, Forno alpi graie

Ciamarella (Tour) dal Pian della Mussa per Averole, Bessans, Bonneval sur l’Arc, Forno alpi graie

Dettagli
Dislivello (m)
3100
Quota partenza (m)
1807
Quota vetta/quota (m)
3222
Esposizione
Varie
Grado
EE/F
Sentiero tipo, n°, segnavia
222; 223; 224; TB; 308;

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Averole (Fr), Bessans paese (Fr), rifugio des Evettes (Fr), bivacco Soardi - Fassero (I)

Note
Questo tour "della Ciamarella" è inedito e si riferisce ad un' escursione internazionale Italia / Francia di 3 gg suddivisa in 3 tappe, per lo pìù su sentiero tracciato e bollato e che in parte ricalca il percorso del più rinomato "Tour della Bessanese" ma con alcuni tratti, anche di una certa durata, in morena e su balze rocciose con passaggi di 1° e 2° grado che richiedono una certa dimestichezza e disimpegno su questi terreni e che ne caratterizzano la difficoltà EE/F, oltre alla lunghezza dell' itinerarario complessivo che è di 37 km ~ usufruendo dei collegamenti serviti da bus- navetta tra Averole e Bessans e tra Bessans e Bonneval sur L'arc, ma che diventano 53 km~ se invece si decide di percorrere a piedi l'intero percorso; anche il dislivello totale è ragguardevole e di ben 3100 mt ~ in ascesa e 3500 mt ~ in discesa. Il rientro a Forno alpi graie, val grande, Valli di Lanzo, prevede necessariamente l'uso di un altro mezzo per raggiungere la parallela valle d'Ala ed il Pian della Mussa per recuperare il veicolo posteggiato in andata. E' possibile però, per i più motivati e preparati, completare il tour a piedi abbandonando il sentiero n.308 in prossimità dell'alpe di Sea (segnale) e seguendo il tracciato n.309 e n.310 (percorso non privo di difficoltà tecniche) raggiungere il passo "Ghicet di Sea" e poi seguendo il sentiero n. 226 rientrare al Pian della Mussa. Per questa variante, a giudizio di chi scrive, è richiesta la permanenza di un 1 giorno in più (4° giorno) con pernottamento al bivacco Soardi -Fassero in valle di Sea. LEGENDA: n. 222, 223 ecc. = numerazione sentieri; TB = tour Bessanese. Disponibile traccia GPS.
Avvicinamento
raggiungere Lanzo Torinese e dirigersi verso la Valle d'Ala, con direzione Ceres, Ala di Stura , Balme e Pian della Mussa, dove al fondo valle si parcheggia il veicolo. Attenzione: nei mesi di luglio ed agosto corredare il mezzo del necessario ticket di pagamento giornaliero (o plurigiornaliero in questo caso) del parcheggio, pena sanzione amministrativa.
Descrizione

1° gg, 1° tappa “Pian della Mussa – Bessans” : Partenza da Pian della mussa (n.222) e da Pian gias (n.223) fino al passo del Collerin (n.224 – TB) a 3222 mt sul confine Italia /Francia per poi scendere sempre su sentiero con segnavia bianco-rossi e numerosi ometti fino al refuge d’Averole (TB); dall’abitato di Averole si procede in bus navetta, o in alternativa a piedi (8 km) fino a Bessans (Fr), su strada prima sterrata e poi asfaltata, dove è previsto il 1° pernottamento.

2° gg, 2° tappa “Bessans – refuge des Evettes”: da Bessans raggiungere Bonneval sur L’arc fruendo del servizio bus -navetta o in alternativa a piedi (8 km). Seguire poi il sentiero per l’Ecot (cartello) che costeggia la sponda idrografica destra del torrente Arc e giunti nell’abitato seguire le indicazioni per il refuge des Evettes dove è previsto il 2° pernottamento.

3° gg. 3° tappa ” Refuge des Evettes – Forno Alpi graie”: abbandonato il rifugio scendere nell’ ampia piana glagiale del “Circle glaciale Glacier des Evettes” e seguendo gli “ometti”, dopo aver attraversato il corso d’acqua su un “ponte romano” in pietra, procedere verso la grande spalla morenica che si innalza a sx sino a scorgere gli ometti che indicano il punto si salita (~ 1 km dal ponte romano). Seguendo i rari ometti in salita e semza percorso obbligato guadagnare la morena ora su erta salita fino a scorgere davanti sia il colle di Sea a destra che il colle sud-ovest di Bonneval a sinistra. Seguendo la dorsale morenica puntare a quest’ultimo, evitando però il pericoloso attacco dal canalino sommitale e raggiungere il colle con un più o meno ampio semicerchio a destra in modo da abbattere il pendio. Reggiunta la sella ricercare i 2 ben visibili ometti che indicano il punto di discesa su balze rocciose verticali con passaggi di 1° e 2° grado (EE/F in valle di Sea, Italia).
Procedere senza percorso obbligato e cercare la via migliore (si intravedono vecchi e rari bolli rossi) per discesa con la massima attenzione.
Abbattuta la massima pendenza, rientrare su disordinata morena e piegando leggermente a destra puntare verso il centro della valle e raggiungere, non senza difficoltà, la morena centrale a quota 2900~ dove questa presenta un tratto terroso e perfino erboso.
Da lì procedere per ometti sul normale sentiero n. 308 tenendo sempre la sinistra idrografica per poi transitare per il bivacco Soardi – Fassero e quindi fino a Forno alpi graie.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali N.8 ,scala 1:25000, per i tratti di percorso in Italia
roby58
07/08/2016
5 anni fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2659m 2.6Km

Rifugio Gastaldi

Stazione Meteo
Webcam 2650m 2.6Km

Rifugio Gastaldi

Webcam
Webcam m 3.7Km

Uja di Bessanese

Stazione Meteo 2360m 5.3Km

Lago Dietro la Torre

Stazione Meteo
Webcam 1400m 6Km

Balme

Webcam
Link copiato