Bourcet – Stairway to Heaven

Bourcet – Stairway to Heaven

Dettagli
Altitudine (m)
800
Dislivello avvicinamento (m)
90
Sviluppo arrampicata (m)
360
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Si parcheggia dopo il ponte e poi si sale a piedi 15 minuti raggiungendo la base delle pareti. Lasciati gli zaini si attacca la via per Elisa sulla destra della parete.
Note
Trattasi del concatenamento in sequenza più lungo e con difficoltà omogenee del Bourcet. La via è attrezzata a fix anche se è utile qualche protezione veloce (friends medi) sugli ultimi tiri dello Sperone Centrale.
I tiri totali sono 18 contando i due trasferimenti.
Vista la lunghezza del concatenamento e considerando che i tiri sono da 20 e 30 metri max è consigliabile utilizzare DOPPIA una mezza corda da 60m (non si fatica a recuperare!).
Descrizione

Attaccare la parete a destra risalendo i primi quattro tiri di Per Elisa.
Giunti alla sosta si attraversa a destra, in leggera discesa poi orizzontalmente – 1 spit secondo grado – , per 30 metri raggiungendo il sentiero di discesa proprio dove inizia la via del Muro di Porcellana.
Risalire i primi due tiri – riattrezzati – di Muro di porcellana.
Dalla sosta numero due si prosegue verticalmente sulla nuova variante che permette di evitare i tiri estremamente difficili del muro a destra della vecchia via.
Si scalano quindi i nuovi tre tiri e raggiunta la cengia superiore si attraversa a destra per una trentina di metri raggiungendo così la parte alta della via dello Sperone Centrale (ultimi 7 tiri).

DISCESA
1. Dalla sommità dello Sperone Centrale si attraversa a sinistra (segni Blu Michelin) e si raggiunge il sentiero attrezzato di discesa.
2. Dal Muro di porcellana con doppie di trenta metri si ridiscende all’attacco.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Val Chisone
Bibliografia:
Sito Fiorenzo Michelin
sdf
23.08.2020
1 mese fa
1 anno fa
2 anni fa
3 anni fa

Condizioni

Link copiato