Aval (Tete d’) Pilier Rouge Hebdo

Aval (Tete d’) Pilier Rouge Hebdo

Dettagli
Altitudine (m)
2000
Dislivello avvicinamento (m)
600
Sviluppo arrampicata (m)
300
Esposizione
Sud
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Via molto bella in ambiente notevole, non eccessivamente impegnativa ma comunque sostenuta.
Alcuni passaggi sono un pochino lucidi.
Le soste sono comode, in linea e veloci da eseguire.
Oisans sauvage est J.M.Cambon

avvicinamento:
Da Les Vigneaux prendere la strada forestale con l'indicazione Tete d'Aval che porta ad un parcheggio a circa 1500m di quota. La marcia di avvicinamento, che pensavo si svolgesse su fastidiosi sfasciumi soot un sole cocente, segue invece un comodo sentiero in mezzo ad un bellissimo bosco di pini odorante di resina, che da solo vale la visita

descrizione:
Rouge hebdomadaire si sviluppa nel settore rankxerox, policinelle, ballade d'enfer, la memoire d'eau con cui si incrocia in basso e alla grande cengia.
E' sicuramente la più facile del settore, ma rimane comunque continua e sostenuta in quanto richiede buona forma fisica per essere portata a termine con tranquillità. L'arrampicata è principalmente atletica in fessure e diedri intervallata da brevi tratti strapiombanti.
L'esposizione nei tiri terminali è superba degna di una parete dolomitica. La chiodatura è perfetta anche se mai troppo ravvicinata. non servono protezioni aggiuntive, Le doppie prima su rankxerox. poi sulla via. sono molto verticali, facili da reperire, veloci e la corda si recupera con facilità.
Descrizione

L1: Rampa in comune con la Kelle IV+
L2: 6a
L3: Traverso esposto a destra V+
L4: V
L5: Diedro atletico con buone prese V+
L6: V+
L7: Facile traverso verso grande cengia II
L8: IV+
L9: Placca di 6b (partenza un pò atletica)
L10: 6a
L11: traversare a destra e raddrizzarsi dopo circa 8 metri IV+/V
L12: 6a atletico in uscita
L13: Tettino facile e poi fessure e placca fino uscita via V+/IV

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Oisans Nouveau Oisans Sauvage, J.M.Cambon
cbuccheri
16.06.2019
1 anno fa
3 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
10 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa

Condizioni

Link copiato