Regina (Punta) da Estoul, anello per Colle Ranzola e Cima della Garda

sentiero tipo,n°,segnavia: 7 - 7A - 3A - 9B - 9A
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1870
quota vetta/quota massima (m): 2388
dislivello salita totale (m): 650

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: laika58
ultima revisione: 30/07/17

località partenza: Estoul lungo la strada poderale per l'alpe Fenetre (Brusson , AO )

punti appoggio: nessuno

accesso:
A Verrès si esce dall’autostrada per Aosta e si imbocca la strada che sale la valle d’Ayas fino a Brusson - All’uscita del paese di svolta a destra seguendo le indicazioni per Estoul (impianti di Palasina) - Si segue la strada che con numerose svolte sale sino a Estoul e raggiunge il grande parcheggio segnalato che è base di partenza per gli impianti sciistici della zona - La strada prosegue ancora in lieve salita e diventa sterrata, la si segue per circa 1,5 km fino a raggiungere uno slargo dove si parcheggia e dove di trova il divieto di accesso

note tecniche:
E' una bella escursione che porta ad una panoramica cima con vista spettacolare sul Gruppo del Monte Rosa ed una moltitudine di altre vette - Si può effettuare un bel anello salendo dall'alpe Fenetre al colle Ranzola ed alla Punta della Regina, per scendere al colle della Garda e compiere un traverso sotto la cima della Regina sino ad un colletto che da accesso al crinale per la cima di Garda e ritornati al colletto chiudere l'anello verso l'alpe Fenetre


descrizione itinerario:
Lasciata l’auto si continua sulla sterrata e sentiero, su percorso n. 7, si superano due tornanti fino a giungere alla baita ristrutturata di Fenetre, di qui si segue il sentierino che si stacca sulla sinistra e che con un traverso a mezzacosta in lieve salita porta la Colle di Ranzola dove è presente uno storico riparo, si svolta a destra per il tracciato 7A passando nei pressi di una statua con la Madonna ed una targa e si costeggia un muretto in pietra - Il sentiero segue il costone che più avanti diventa molto ripido, la traccia sempre ben percorribile porta direttamente in cima dove di trova un piccolo ometto in pietra - Si prosegue adesso scendendo per sul versante ovest seguendo il sentiero 3A che traversa sotto la cima e prosegue in direzione del Monte Rena, si lascia a sinistra la traccia 3B che scende al lago Gombetta e si risale per sentiero raggiungendo l’intaglio del Col della Garda dove si trova un caratteristico spuntone roccioso - Il sentiero adesso divalla sul lato opposto divenendo 9B, scende con alcune svolte e poi taglia in diagonale a destra sotto la cima della Regina, ad un bivio si lascia a sinistra il sentiero che scende verso i laghi di Frudiere e si continua diritti seguendo il sentierino che porta verso il colletto erboso senza nome tra la Punta Regina e la Punta della Garda - Da questo colletto si va a sinistra seguendo un labile sentierino tra i rododendri che in circa 15 minuti porta sulla Punta delle Garda ben visibile - Si ritorna quindi sui propri passi sino al colletto e si continua sul sentiero 9A per l'alpe Fenetre, chiudendo l'anello


altre annotazioni:
Sul colle Ranzola è posta una targa a ricordo del passaggio di Tolstoj

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale