Perrin (Monte) da Estoul

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1888
quota vetta/quota massima (m): 2974
dislivello salita totale (m): 1086

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura

contributors: gian76
ultima revisione: 29/09/14

località partenza: Estoul (Brusson , AO )

punti appoggio: Rifugio Arp 2450 m

accesso:
Uscita Verrès sulla To-Ao proseguire sulla strada della Val d'Ayas. Seguire l'indicazione per Estoul sulla dx poco oltre l'abitato di Brusson; salire e lasciare l'auto all'ultimo comodo parcheggio della frazione.

note tecniche:
Bellissimo itinerario che porta l'escursionista (oltre al Corno Vitello) ad addentrarsi in ambiente selvaggio e non segnalato. Il Perrin è una cima di 2974 metri incastonata tra il vallone di Cuneaz ed il vallone di Mascognaz, immediatamente a sudest del lago omonimo. Per la lunghezza dell' itinerario, la mancanza di traccia e le caratteristiche del terreno la salita al monte Perrin deve considerarsi riservata ai soli soli soggetti allenati e motivati, capaci di una sicura progressione su roccia e tratti di sfasciumi anche instabili. Cima concatenabile con il Corno Vitello e la Gran Cima.

descrizione itinerario:
Dal comodo parcheggio Estoul si segue la poderale che porta al rifugio Arp 2450 m. Da qui si sale verso nord per pascoli, seguendo il sentiero 5b, si passa accanto a due laghetti e si esce sulla cresta erbosa.
Volgendo a dx si tocca il passo di Valfredda 2805 m, e si prosegue per la panoramica e larga cresta detritica. Si arriva ad un'anticima e si scende leggermente sul versante ovest lungo un traverso, fino all'ultimo ripido tratto su terreno detritico. Seguire il sentiero segnato fino all'ultimo tratto prima della vetta a questo punto si abbandona il sentiero piegando a sinistra (W) verso la Gran Cima, superando il falsopiano di rocce allungate e detriti seguendo i rari e bassi ometti, fino a superare il fondale ormai asciutto di un laghetto e raggiungere l'attacco della cresta S della Gran Cima. Si prosegue brevemente sulla sinistra verso lo sperone orientale del Perrin, superando il Colletto 2900 e si sale appena a sinistra del filo della cresta.