Merla (Punta della) da Pinasca, giro per il Monte Cucetto

difficoltà: BC / BC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 563
quota vetta/quota massima (m): 1907
dislivello salita totale (m): 1403
lunghezza (km): 20

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: MBourcet213
ultima revisione: 09/06/14

località partenza: Pinasca (Pinasca , TO )

cartografia: IGC 1:50.000 n°1 Val di Susa, Chisone e Germanasca

note tecniche:
Salita molto dura fino a Pralamar (1400 m. circa) prima su asfalto e poi su sterrato, da qui si prosegue un pò su sentiero e un pò su mulattiera al limite della ciclabilità.
Ottimo panorama dalla cima e sentiero di discesa eccezionale!

descrizione itinerario:
Lasciamo la macchina a Dubbione (punto di arrivo in discesa) e proseguiamo in bici sulla statale per il Sestriere, sorpassato un distributore dobbiamo fare attenzione alla strada che parte un centinaio di metri dopo sulla destra con indicazione per le borgate Albarea e Pralamar. Seguiamo questa strada senza possibilità di errore (cartelli per Pralamar ben sistemati e molto spesso!) fino ad arrivare alla borgatina.
Troviamo qualche mianda e una fontana e sulla sinistra un sentierino con indicazioni per il Monte Cucetto e Punta Merla.
Lo prendiamo ed iniziamo a salire ritrovandoci poco dopo su una mulattiera poco ciclabile per la presenza di massi e la pendenza elevata.
Troviamo poi un bivio dove dobbiamo mantenere la sinistra continuando a salire e poco dopo lasciamo la strada per prendere una traccia di sentiero che parte alla nostra sinistra (impossibile sbagliare!) (possiamo anche continuare sulla strada allungando di poco e raggiungendo il Monte Cucetto prima di iniziare l'ultima parte a piedi verso la vetta). Il sentiero ci porta oltre la casetta della AIB e nei pressi di un ripetitore, alla sua destra troviamo una bandierina segnala-vento per i lanci con il parapendio, la aggiriamo raggiungendo l'attacco dell'ultimo tratto di salita.
Conviene lasciare la bici e proseguire a piedi sempre dritto verso la croce che già vediamo da qualche tempo. Per la discesa seguire l'itinerario di salita fino a ri-raggiungere la mulattiera sterrata, giunti al primo tornante a destra abbandoniamo la mulattiera andando dritti su un sentiero indicante "Serremarchetto" che manteniamo senza possibilità di errore fino a raggiungere prima una strada sterrata e poi l'asfalto.
Scendiamo qualche metro sulla strada asfaltata facendo molta attenzione a cercare alla nostra sinistra un'altra traccia di sentiero che ci porterà verso la Borgata Bert (tenere sempre la sinistra ai bivi). Da qui su asfalto torniamo alla Macchina.