Asta (Forcella dell') Canale Nord

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1115
quota vetta (m): 2770
dislivello complessivo (m): 1660

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Brusch
ultima revisione: 25/04/17

località partenza: Ponte della Vagliotta (Valdieri , CN )

punti appoggio: bivacco Nico Gandolfo

bibliografia: Guida ai monti d'Italia

accesso:
Da Borgo San Dalmazzo proseguire per Valdieri e poi San'Anna di Valdieri. Circa 3 km dopo quest'ultima parcheggiare in un ampio spiazzo sterrato sulla destra della strada. Circa 50 metri dopo sono reperibili le indicazioni per il bivacco Gandolfo.

note tecniche:
Salita lunga e fisicamente impegnativa in ambiente selvaggio. Nessuna protezione in loco.

descrizione itinerario:
Dal ponte della Vagliotta seguire le indicazioni per il bivacco Gandolfo e poi proseguire per l'evidente anfiteatro alla base della parete nord dell'Asta.
Giunti alla base della parete (circa m 2300 - 2,5/3 h) sotto la verticale della Forcella fra le due cime (Asta Soprana e Sottana), spostarsi completamente a destra per individuare l'attacco del canale.
L'attacco non è immediatamente visibile da sotto in quanto nascosto dietro uno sperone. Sono più evidenti (quando formate) "Colata di Stelle" a sinistra e "Chimera Gully" al centro, entrambe che sfociano poi nella parte superiore dl canale.
Il canale segue per percorso evidente la parete e sfocia dopo 600m sulla Forcella (ramo di destra). Generalmente in neve, è possibile incontrare brevi tratti di ghiaccio.

Discesa sul versante opposto con primo tratto di difficile individuazione: scendere per circa 100 metri nel canale sottostante e poi traversare decisamente verso destra (guardando a valle). Oltre una crestina (nevosa) si perviene ad un ampio canalone che in diagonale prosegue verso destra fino a raggiungere infine il nevaio sottostante.
Da lì verso il (rosso) bivacco Costi-Falchero (2275m) posto sulla sinistra in uscita dall'anfiteatro, e poi per lungo sentiero (o neve) si ritorna per il vallone della Vagliotta all'auto.

altre annotazioni:
Prima salita effettuata ai primi del 900 da de Cessole.