Roc dou Crot

difficoltà: dal 4 / al 6c
esposizione arrampicata: Sud
quota falesia (m): 1350
lunghezza min itinerari (m): 8
lunghezza max itinerari (m): 40

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 23/09/13

località partenza: Bussoni di Chialamberto (Chialamberto , TO )

punti appoggio: Agriturismo Il Corvo Reale - Fr. Mottera di Chialamberto

cartografia: Alte Valli di Lanzo - Escursionista editore

bibliografia: Tra il Classico e il moderno - M.Blatto, M.Rosa, A.Bosticco

accesso:
Imboccata la Val Grande di Lanzo superare l'abitato di Chialamberto e la frazione Mottera. Subito dopo il cartello della frazione Bussoni, parcheggiare nello slargo a sinbistra, proprio di fronte alla Chiesa. Dopo una costruzione gialla (colonia) imboccare una stradina tra le case (cartello per il Bec di Mea e il Roc dou Crot) percorrerla fin al termine e girare a sinistra per pochi metri. Da una fontanella imbocacre una vaga traccia nel prato in salita che diviene subito più evidente. Superare un bivio seguendo le indicazioni per il Bec di Mea e continuare sul sentierino che diviene mulattiera con qualche segnavia bianco-rosso. A un bivio successivo andare a sinistra lungo una ripida mulattiera gradinata che raggiunge la suggestiva frazione Giaclin. Proseguere nel bosco di castagni e querce, prestando attenzione ai segnavia e agli ometti, laddove la traccia diviene meno evidente per qualche metro, per poi tornare ottima e ben individuabile. Superare un tratto con piante cadute e continuare ora tra i faggi, fino a raggiungere il margine di una pietraia. Salire ancora e lasciare a sinistra le indicazioni per il settore "Pera Lundji" e arrivare a un masso con cartello che indica la falesia del Roc dou Crot (freccia rossa su faggio e ometto); seguire la traccia e superare alcuni gradini di roccia, proseguendo a mezza costa tra i faggi (ometti) toccando in breve la base della parete (ore 1 dall'auto). La Falesia è raggiungibile anche dalla frazione Alboni di Groscavallo, raggiungendo la Cupola del Bec di Mea, proseguendo per i Torrioni del Biollè e superandoli. Si scende ancora fino alla Reggia di Asgard e, dopo pochi minuti, si raggiunge il masso con il cartelo sopracitato (ore 1, con meno dislivello ma con più spostamento)

note tecniche:
Scalata prevalentemente su placca appoggiata e verticale, su un bellissimo gneiss occhiadino.

descrizione itinerario:
Da sinistra a destra:

1)Il Missilone: L1 6b, L2 5c
2) Auguri per i 51: L1 5b, L2 5c
3)Pinnaker: L1 6a+, L2 6c
4)Lo strategico: L1 5c, L2 6a
5)Per Elisa: 6c
6)Diedro Ghianatti: L1 4c; L2 5b
7)Tobia: L1 4c, L2 6a
8)Fulmine: 4c
9) Ponghino: 5c
10) Skif: L1 5c, L2 6b
11) Leo e Luna: 5c
12) Putrider: 6a
13) Manovre di corda nella boschina: 5c
14) Francesco: 6b
15) Lidia 6b
16)Mormuzzo 6b

altre annotazioni:
Le vie sono state chiodate da M. Blatto, R. Saracco,R.Rivelli, N. Ghiani, M.Argentero, E.Pausilli, G.De Carli, tra il 2000 e il 2001