Comagna (Testa di) da Plesod, anello per le miniere di Bechaz

sentiero tipo,n°,segnavia: ampi sentieri e mulattiere n, 2, 17, 19, 5 e 24
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1040
quota vetta/quota massima (m): 2105
dislivello salita totale (m): 1100

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 21/02/13

località partenza: Plesod (Challand-saint-anselme , AO )

cartografia: Bassa Valle d’Ayas e Gressoney n.12 1:25000 ed:Escursionista

vedi anche: http://www.minieredoro.it/bechaz.htm

note tecniche:
Bel itinerario ad anello che raggiunge la panoramica dorsale della Testa di Comagna con un facile percorso interamente su mulattiere e sentieri sempre ben percorribili e segnalati. Offre panorami sia sulla valle di Ayas che sulla valle centrale d’Aosta è inoltre possibile, con una brevissima deviazione, visitare l’interessante sito delle miniere d’oro dei Bechez. http://www.minieredoro.it/bechaz.htm

descrizione itinerario:
L’itinerario parte dal parcheggio di Plesod (1040m) che si raggiunge risalendo la valle d’Ayas sino alle prima case di Challand Saint Anselme dove si svolta a sx con indicazione “Plesod” (frazione di Challand Saint Anselme).

Dal parcheggio (1040m) si sale a dx fra le case di Palsod, si raggiunge la chiesa di s. Martino (1090m), attraversata la strada si sale seguendo le indicazioni sent “n.19 Ru d’Arlaz” e in 5 minuti si raggiunge la sterrata che costeggia il Ru d’Arlaz (1132m), la si percorre a dx (trascurando le altre indicazioni) sino al trovare sulla sx l’inizio del sentiero per le “miniere di Bechaz sent n.2.e loc. Abaz”. Si sale nel bosco per l’ampio sentiero che offre scorci panoramici; di li a poco a quota 1290m, sulla sx, si trova il primo buco di miniera (ben visibile e segnalato).
Proseguendo a quota 1333m si trascurano le altre indicazioni per proseguire a salire per le miniere (n.2 e n.17). Raggiunta una radura dalla quale, sulla dx in alto, si vedono i resti delle strutture di estrazione, si prosegue deviando 1507m) (indicazioni) a dx per raggiungere gli altri ingressi del complesso di “buchi” della miniera d’oro (“buschi” in quanto le vene aurifere sono a filoni verticali e quindi scavati verticalmente).
Ritornati al precedente bivio (1507m) si sale a dx seguendo le indicazioni “Pra Boton e Testa di Comagna n. 18” raggiungendo cosi da prima i pressi di Pra Boton (1935m) da dove si procede a sx per raggiungere il colletto a quota 1995m, dove da sx proviene il sentiero n.5 dal col Tzecore (che percorreremo al rientro) per proseguire a salire la dorsale che raggiunge la croce di vetta della Testa di Comagna 2105m.

Il rientro avviene per il primo tratto a ritroso sulla dorsale sino al colletto e poco sotto (1995m) si svolta a sx sul sentiero, che attraverso il bosco, porta senza incertezze a scendere al col Tezeciore 1640m (area pic nic e parco giochi).
Raggiunta la strada la si percorre a sx in direzione di Arbaz per poi abbandonarla (1595m) per la mulattiera che tagliando diverse volte la strada porta alla chiesetta di s. Grato ad Arbaz (1520m).
Proseguendo, a scendere fra le case, si ritorna sulla mulattiera con indicazione “loc Quincod n. 2” (si attraversa ancora un paio di volte la strada) fio a raggiunge il Ru d’Arlaz (1125m) e incrociare il percorso di salita che lo si seguirà a ritroso, oltrepassando la chiesetta di s. Bernardo, e giù sino al terminare l’escursione al parcheggio.