Pedranzini (Punta) e Corno Dosegù dal Passo Gavia

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: MSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 2540
quota vetta/quota massima (m): 3599
dislivello totale (m): 1350

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura

contributors: philip
ultima revisione: 07/06/12

località partenza: Passo Gavia (Valfurva , SO )

punti appoggio: RIF. BERNI AP PASSO GAVIA

cartografia: TABACCO 1:25,000 N° 08

note tecniche:
In alcuni anni fino a metà giugno è possibile fare belle gite sul ghiacciaio di Dosegù, le più classiche sono il San Matteo e il Tresero.
Quelle qui descritte sono meno note.
La Punta Pedranzini offre gli ultimi 100 m su una bella cresta affilata.
Le due vette possono combinarsi nella stessa giornata.
Descrizione a cura del Club Avalco:
club@avalcotravel.com

descrizione itinerario:
SALITA AL CORNO DOSEGU'
1) Dal Passo Gavia salire verso nord-est per imboccare la valle di Dosegù. Scendere nell'impluvio (si perdono circa 80 m).
2) risalire i pendii sulla destra e mettere piede sul ghiacciaio.
3) Verso quota 2900 m una zona di grandi crepacci può essere passata sulla destra o sulla sinistra.
4) Da quota 3000 m puntare direttamente al Corno Dosegù (3560 m) in direzione nord.
5) La vetta si raggiunge facilmente per un breve pendio nevoso (35-40°) e facili roccette (ultimi 30 m). Possono essere utili i ramponi.
PUNTA PEDRANZINI 3599 m
6) Scendere per circa 100 m di nuovo al ghiacciaio, e puntare ad una selletta quotata 3514 m sulla cresta S-E della Punta Pedranzini (possibile anche l'attacco sulla sx per la cresta S).
7) Da qui, generalmente con ramponi e piccozza, raggiungere la vetta (gli ultimi 50 m su cresta esposta).
DISCESA
Per l'itinerario di salita.