L'Artondù (Cima) e Gore (Testa delle) da Meschie

L'itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1077
quota vetta/quota massima (m): 1772
dislivello totale (m): 722

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giody54
ultima revisione: 24/03/12

località partenza: Le Meschie (Peveragno , CN )

cartografia: IGC 8-Alpi Marittime e Liguri

bibliografia: Le Nevi del Marguareis (R.Dirienzi)

note tecniche:
Si tratta di un'itinerario di medio interesse rispetto alla piu' quotata Besimauda,da effetuarsi preferibilmente in pieno inverno con nevi sicure,data l'esposizione a Sud/Est.La seconda cima puo' risultare problematica in caso di accumuli nevosi o cornici,quindi in simili condizioni, da evitare

descrizione itinerario:
Dalla Localita' Meschie(1077mt)raggiungibile in auto ,dopo circa 100m svoltare a dx seguendo una carrareccia che si inoltra nel Vallone del Sabot,piu' avanti ,anzichè attraversare il ruscello,abbondare la strada nei pressi di una costruzione di pietre e seguire una mulattiera (tacche bianco rosse) a sx che sale ai 3 nuclei delle stalle-fienile dell'Artondù(1459mt)ottimi esempi di architettura alpina.
Traversando a dx per evitare ripidi pendii,si giunge ad un colletto(Gias Sella ,1597mt)Sulla destra in breve si raggiunge L'Artondù. Per salire sulla Testa delle Gore salire a sx il ripido pendio,evitando alcune roccette , poi sul costone , meno ripido fino ad una gobba con ometto di pietre e palo (cima-1772mt) sottostante la cima Besimauda