Morteis (Sella e Gias) da San Bartolomeo

Morteis (Sella e Gias) da San Bartolomeo

Dettagli
Dislivello (m)
715
Quota partenza (m)
753
Quota vetta/quota (m)
1468
Esposizione
Sud
Grado
MR
Tipologia
Bosco rado

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
L'itinerario non presenta alcuna difficoltà, tutti i bivi sono muniti di palina segnaletica e ci sono evidenti tacche bianco-rosse su tutto il percorso. E' un'escursione assolutamente sicura. L'unico inconveniente, in caso di forte innevamento, può essere il tratto di sentiero intermedio dove la traccia e la segnaletica verticale si possono perdere (utile per l'orientamento la vista sulla soprastante Bisalta)
Avvicinamento
Da Chiusa di Pesio si imbocca la provinciale (SP 42) per la Valle Pesio (direzione Certosa di Pesio) sino a San Bartolomeo. Si consiglia di parcheggiare l'auto nella piazza delle scuole elementari (sulla destra salendo).
Descrizione

Da San Bartolomeo di Chiusa Pesio si imbocca il sentiero H15 per le Borgate Paglietta e Ciccioni (palina segnaletica lungo la provinciale per la Certosa di Pesio). In seguito, dalla Borgata Ciccioni (978 m) si seguono le indicazioni per i Bric Ciccioni (1162 m) e successivamente le Stalle Ciccioni.
Sempre seguendo la traccia ben visibile e le tacche bianco-rosse si giunge in breve alla Sella Morteis (1468 m), con ottima vista sulla Bisalta e l’alta Valle Pesio. Nelle giornate molto terse il panorama spazia dal Monte Beigua al Massiccio del Rosa.
Per il ritorno si può ricalcare l’itinerario di salita (con possibile variante “ad anello” lungo la sterrata nella Comba Ruscun, oppure (consigliata, previa organizzazione per il recupero delle auto), effettuare la discesa nel Vallone di Pradeboni sull’Area Attrezzata delle Meschie (1095 m); seguire le indicazioni per Borgata Truna (1006 m) e ivi giunti abbandonare la sterrata e, passando davanti al forno della borgata (arrivando a sinistra), imboccare il sentiero (tacche bianco-rosse) che in breve si congiunge alla strada che dall’Area delle Meschie scende a Pradeboni (868 m)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Su un panettoncino nelle vicinanze della sella si trova il nuovo Osservatorio Astronomico dell'Associazione Astrofili Bisalta
Cartografia:
Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro, 1:25.000

Nelle vicinanze Mappa

6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
Link copiato