Lana (Col di) da Palla, Anello

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1676
quota vetta/quota massima (m): 2462
dislivello salita totale (m): 790

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: mangiafioca
ultima revisione: 16/09/09

località partenza: Fraz. Palla m.1676 (Livinallongo del Col di Lana , BL )

cartografia: Carta sentieri/Rifugi Tabacco 1:50000

note tecniche:
Percorso storico ed interessante paesaggisticamente attraverso le postazioni dei soldati italiani della Grande Guerra, che si sviluppa per circa 8 km. Non presenta particolari difficoltà.

descrizione itinerario:
Giunti a Pieve di Livinallongo, sulla strada che collega Caprile e Arabba, in prossimità di un ampio parcheggio sulla sx, svoltare a dx in direzione Palla-Agai e salire per circa 3 km. poco prima dell'abitato di Palla, lasciare l'auto in un piccolo parcheggio.
A Palla aveva sede il comando della brigata Calabria. Qui si imbocca a monte, segnalata da cartelli indicatori, la vecchia rotabile militare divenuta strada forestare (segn.21) che con alcuni tornanti porta al ripiano prativo dove sorge l'ex Rifugio Alpino m.1835 (piccolo museo di guerra). Poco oltre il rifugio si stacca il sentiero per Plan Maiou. Si continua nel bosco seguendo la forestale per oltre 1 km, prossimi al Coston dei Salesei. Da quì in avanti la mulattiera diventa sentiero, sempre comodo ma ripido, e porta presso la sommità del Panettone m.2150 (cippo commemorativo). Dal Panettone, il sentiero si abbassa alla selletta che si unisce al Cappello di Napoleone m.2250 (1h.40-2h). Si continua presso il filo del crinale, incontrando a quota 2300, l'imbocco della "galleria delle Rocce" (Ricovero Mazzetti). Guadagnati altri 100 metri, si giunge dove fu scavata la "Galleria S.Andrea" per collocare la colossale mina sotto la sommità del monte. Un ultimo ripido strappo porta alla cima del Col di Lana m.2462 2h-2h.30
Discesa: dalla vetta si scende ungo il crinale orientale fino ad una insellatura prativa m.2050 circa a sud/est del Ciamplò. Qui proseguire lungo il sentiero 21 bis che con una decisa piega a dx, ovest, raggiungendo il fondo dell'impluvio che alimenta il Ru de la Porta presso una baita malconcia m.2019. qui il sentiero con una seconda ansa piega a sx e scende lungo il fianco sx del vallone, confluendo in basso nel sentiero che collega Agai al castello di Andraz. Si abbandona il sentiero 21 bis e, passati sul fianco dx dell'impluvio, imboccare una mulattiera (non segnalata ma evidentissima) che con regolare discesa intaglia il fianco dx del vallone.
In breve, entrati nel bosco, si va a raggiungere il Coston d'Agai da dove, ri raggiunge Agai m.1723. Qualche centinaio di metri sulla rotabile portano infine a Palla m.1676. Totale circa 5h.