Narbona (Bassa di) da Macra, giro per il Vallone del Tibert

L'itinerario

difficoltà: MC / MC+ / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1270
quota vetta/quota massima (m): 2225
dislivello salita totale (m): 1500
lunghezza (km): 24

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura
vodafone : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 80% di copertura

contributors: cocitofabrizio GERPOK igor_c
ultima revisione: 01/01/70

località partenza: Macra (Celle di Macra , CN )

punti appoggio: Locanda Borgata Chiesa

cartografia: IGC 1:50.000 valli Maira, Grana e Stura, 1:25.000 Comunità montana Valle Maira

bibliografia: Icardi - Marino - Mountain Bike varaita, maira, ... ; G. Suda - Mtb dal colle Tenda al colle Agnello

note tecniche:
E' possibile partire anche dalla borgata Celle di Macra, riducendo la salita di 7 km 470 metri di dislivello. E' però consigliabile partire da Macra, perchè si ha il vantaggio di consentire in discesa di percorrere i sentieri dei Percorsi Occitani fra le borgate Chiesa, Paschero e Bassaura di Celle con splendidi single-tracks.
Difficoltà media S1-S2, con qualche singolo passo S3.

descrizione itinerario:
Da Macra, si scende brevemente per attraversare il torrente Maira, e poi inizia la salita su asfalto che condurrà in circa 7 km alla frazione Chiesa; da qui seguire le indicazioni per San Sebastiano e Chiotto,superare quest'ultima borgata ed entrare nel Vallone del Bedale Tibert. Seguire la sterrata che attraversa il rio e con pendenze costanti e sostenute, con traversi e numerosi tornanti su ottimo fondo porta nella parte del vallone dove, ignorando un bivio sulla destra, si attraversa un ponticello e si svolta a sinistra; ancora qualche ripido tornate e, lasciata la via principale che porta alle Grange Tibert, si svolta a sinistra su pendenze più morbide, tenendo poi la destra al bivio successivo, per raggiungere in breve la Bassa di Narbona.
Per la discesa si rientra su sterrata all'ultimo bivio dove si prosegue dritti in leggerissima discesa sulla nuova sterrata; in discesa poi si raggiunge un abbeveratoio; qui termina la strada ed il sentiero con un bel mezzacosta tra i prati porta ad aggirare rocca Cernauda e con un ultimo tratto breve in salita (a piedi) conduce nell'intaglio del monte Bastia. da qui la discesa si fa per un 300 m di dislivello abbastanza tecnica ed impegnativa ma molto suggestiva per l'ambiente selvaggio e la panoramicità del sentiero; si giunge poi alla Grangia Fumei dove il sentiero diventa una strada sterrata, che si segue per un paio di km; in corrispondenza di una radura (palina) si imbocca il GTA a sinistra (bellissimo single-track molto facile e veloce) che porta a Castellaro. Dalla chiesa del paese seguire le indicazioni del percorso occitano(tacche gialle)e di qui raggiungere il punto di partenza per sentiero tecnico. Oppure infilarsi a sinistra della chiesa e passando in mezzo e sotto le case della caratteristica borgata si individua il sentiero tecnico che porta alla borgata Serre, con ultimo e spettacolare tratto in mezzo alle case. Da qui a Chiesa e, se si è lasciata l'auto a Macra, si seguono le tacche gialle del P.O. per raggiungere la partenza.