Musinè (Monte) da Trucco di Brione per la cresta Nord

sentiero tipo,n°,segnavia: segnalato solo da metà in su con tacca bianco e rossa e poi vdt6
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 352
quota vetta/quota massima (m): 1150
dislivello salita totale (m): 858

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81 susevega
ultima revisione: 10/04/09

località partenza: Trucco di Brione (Val della Torre , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Vai di Susa, Musinè, Val Sangone

note tecniche:
Alternativa alla "via normale" del Musinè, molto meno frequentata e più riparata dal sole,tutta in cresta. Leggermente più lunga della salita da Caselette. E' consigliata in assenza di ghiaccio che rende molto scivolosa la ripida salita spesso su roccia.

descrizione itinerario:
Da Trucco di Brione (lungo la strada per Valdellatorre su incontra un cartello indicante via Truc di Brione) si percorre la strada tra le case fino ad uno spiazzo al termine, dove si può parcheggiare.
Si attraversa un prato ormai invaso dalla vegetazione seguendo la traccia dritta e non a sinistra seguendo un evidente sentiero, poi si incontra una serie di piloni votivi, fino a giungere sulla modesta sommità del Monte Calvo 520 m. dove sorge la Cappella della Sacra Famiglia.
Si prosegue dietro alla cappella,a destra in discesa in direzione del Musinè perdendo circa 30 metri di quota, passando sopra le ex miniere di magnesite di Caselette, fino alla base della cresta nord del Musinè.Si riprende a salire lungo il crinale sul sentiero nel primo tratto molto ripido,segue tratto sempre in cresta e sempre tra la bassa boscaglia.
Il sentiero è segnalato con tacche e qualche ometto, comunque percorre fedelmente la cresta, contrassegnato VDT6,solo da metà in su.
A quota 950 m. si abbandona la cresta arrivando al Pian d'la Feja, dove un sentiero molto più marcato porta in breve al Pian della Sisterna, e da qui in una manciata di minuti alla croce di vetta.
Discesa o lungo il percorso di salita,con attenzione sopratutto se bagnato o innevato oppure dal sentiero su Caselette, o di Pian d'la Feja per poi seguire una sterrata che corre alla base del versante est in direzione di Brione.