Corno Grande da Prati di Tivo

difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1420
quota vetta/quota massima (m): 2912
dislivello totale (m): 1492

copertura rete mobile
vodafone : 50% di copertura

ultima revisione: 21/06/08

località partenza: Prati di Tivo (Pietracamela , TE )

punti appoggio: Franchetti

note tecniche:
In discesa è possibile raggiungere la sella dei due corni, con un traverso a sx dalla morena del ghiacciaio (pcz e ramponi in caso di neve gelata)e scendere per il magnifico Vallone dei Ginepri che si apre a Ovest. Tenersi al centro per evitare gli insidiosi salti che lo chiudono un parte sulla val Maone. Giunti in val Maone, per un'evidente mulattiera, superate da ultimo due salitelle, si torna ai Prati di Tivo.

descrizione itinerario:
Dai Prati seguire la pista in direzione della stazione superiore della seggiovia (45').
Di qui, seguendo il sentiero estivo, traversare a mezza costa un ripido ed esposto pendio (passo delle scalette, delicato con neve gelata) che porta all'imbocco del vallone delle cornacchie.
Risalirlo piegando poi a sinistra in direzione del rifugio Franchetti (2430, 1h;1,45h).
Dal rifugio risalire la morena del piccolo ghiacciaio del Calderone tenendosi leggermente sulla destra del suo culmine (2680, 45';2,30h).
Ora, risalito il ghiacciaio si perviene a un colletto (ripido, a volte cornice e uscita a 50° su 2 o 3 metri. 45';3,15h).
Lasciati gli sci, seguendo la cresta sulla sinistra in circa 10' si giunge alla croce di vetta.