Tesoro (Bric del), Cima Cisa e Rocca dell'Adelasia dal Rifugio Cascina Miera, anello per la Riserva dell'Adelasia

sentiero tipo,n°,segnavia: 3 azzurro su triangolo bianco
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 700
quota vetta/quota massima (m): 860
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
no operato : 100% di copertura

contributors: vicente
ultima revisione: 24/02/20

località partenza: Rifugio Cascina Miera (Savona , SV )

punti appoggio: Rifugio Cascina Miera

accesso:
Da Genova prendere la Torino-Savona e uscire al casello di Altare. Andare in paese e da qui seguire la strada per Montenotte Superiore. Poco prima di Montenotte Superiore, presso un tornante, sulla sinistra si incontra un'area parcheggio con abbondanti cartelli e un''indicazione per il Rifugio Cascina Miera.

note tecniche:
Si tratta dell'itinerario piu' lungo (12km) che si snoda nella Riserva dell'Adelasia. Si spinge fino all'estremo confine settentrionale della Riserva e permette di toccare i 700m del Monte Cisa 710m, oltreche' di esplorare gli angoli piu' solitari della Riserva.
Il piu' breve (5km) e' il sentiero 1, che consente di toccare il Bric del Tesoro e la Rocca dell'Adelasia. Il sentiero A (Airone: collaudato e descritto nella celebre rivista) e' quello di lunghezza internedia (8km) e permette di toccare anche il poggio Chiappa 799m.
Il sentiero 3 e' in gran parte comune a quello A ma lo allunga notevolmente.

Il Rifugio Cascina Miera e' aperto da aprile a ottobre e in altri periodi dell'anno su prenotazione.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si sale in 10 minuti al Rifugio Cascina Miera. Dal Rifugio si prosegue in falsopiano fino al bivio per le trincee di Bric del Tesoro 860m. Imboccato il bivio, si raggiunge la sommita' in breve. La cima e' boscosa ma permette di osservare le trincee napoleoniche. Ritornati al bivio, si prosegue nella splendida faggeta. Si giunge al bivio in cui il sentiero 1 punta direttamente alla Rocca dell'Adelasia. Ignorato il bivio, si prosegue fino alla sommita' della Chiappa 799m, dove il paesaggio si apre notevolmente.
Da qui si puo' decidere se proseguire lungo il sentiero Airone, che conduce piu' speditamente alla Rocca, oppure continuare lungo il sentiero 3. Il sentiero 3 conduce ad un caratteristico cippo commemorativo dei caduti nella seconda guerra mondiale. Il cippo ha la forma a stivale e rappresenta l'Italia. Superato il cippo, bisogna prestare molta attenzione perche' e' facile perdere l'itinerario corretto. si entra in un'ampia radura che conduce al Monte Cisa, appena al di fuori del sentiero 3. Per seguire il sentiero 3, tuttavia, occorre leggere attentamente il segnavia del sentiero dei Cinghiali (cartellino bianco-rosso) dove, a pennarello nero, si legge "sentiero 3". Questa e' una grave mancanza a cui deve essere posto rimedio. In ogni caso, il sentiero 3 a questo punto prende a scendere con decisione (attenzione a non confondersi con il sentiero per le bici) fino ad incrociare una carrareccia, dove la segnaletica ritorna finalmente precisa e in evidenza. Qui si gira a sinistra e si prosegue in continuo saliscendi fino al Colle dell'Amore, non prima di aver superato varie cascine diroccate.
Al Colle dell'Amore si incontra nuovamente il sentiero Airone, che e' molto meglio segnalato del sentiero 3. Da qui in poi l'itinerario e' elementare e conduce, con una ripida salita finale e dei brevi passaggi su roccette, alla cima della Rocca dell'Adelasia 710m, da cui si apre un vasto panorama. Qui ci si ricongiunge anche al sentiero 1 e da qui l'itinerario e' ancor piu' evidente, essendo anche percorso dall'Alta Via dei Monti Liguri. Si incontra il bivio per un faggio monumentale (la deviazione di due minuti merita senz'altro di essere fatta). Ritornati sul sentiero prinicipale, in breve si raggiunge il parcheggio del Rifugio Cascina Miera, completando cosi' uno splendido anello.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale