Via del Mercato da Re a Camedo

sentiero tipo,n°,segnavia: M000
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 678
quota vetta/quota massima (m): 862
dislivello salita totale (m): 300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: franco1457
ultima revisione: 06/11/19

località partenza: Re (Re , VB )

accesso:
Percorrere la A26 sino a Gravellona Toce, proseguire sulla SS 33 del Sempione sino all'uscita di Masera-Valle Vigezzo. Salire sulla SS337 della Val Vigezzo sino a Re dove si parcheggia nei pressi del Santuario o della stazione.

note tecniche:
La "Via del Mercato" è l'antica strada che collegava Domodossola con Locarno. Era la strada percorsa dal Medioevo al XIX secolo da mercanti e boscaioli, mandriani ed emigranti che passavano per traffici e lavoro dal Ticino all'Ossola. Oggi larga parte della strada è coperta dall'attuale strada statale, ma è ancora possibile ripercorrere l'antico itinerario utilizzando la rete dei sentieri che ancora collega tra loro i villaggi vigezzini.

descrizione itinerario:
Dal Santuario di Re si prosegue per un breve tratto sulla statale poi seguendo le indicazioni per Folsogno si sale su una rampa a gradoni per raggiunge la frazione. Seguendo la via Lavatoio Vecchio si esce da Folsogno e si prosegue con un bel sentiero nella faggeta.
Si scende sulla strada asfaltata per un breve tratto e si prende un sentiero che passa sul ponte sul rio degli orti e con un tratto su bella mulattiera abbastanza faticoso si raggiunge Dissimo.
Uscendo dal paese si segue la stradina che passa a sinistra del piccolo camposanto che ingloba il cinquecentesco Oratorio di S. Antonio. Si prosegue per un tratto sul sentiero fino ad un cartello che obbliga a scendere su un prato per raggiungere la strada asfaltata che si segue fino a Olgia. A Olgia finisce la strada. Si procede su un tortuoso sentiero nel bosco di faggi, noci e castagni.
La traccia prosegue lungo la costa della montagna. Si chiama il Motto delle Formiche. Giunti all'estremità del rilievo con diverse serpentine il cammino punta a valle. In breve si raggiunge la dogana di Ponte Ribellasca che permette di entrare in Svizzera.
Meno di un chilometro lungo la strada porta alla meta finale della tappa: Camedo, il primo villaggio svizzero dove si scende all'attigua stazione per tornare al punto di partenza.